Arrivederci estate. Improvviso temporale in mattinata, il maltempo non risparmia il Salento

Questa mattina, un improvviso temporale ha oscurato il sole d'inizio giornata. La pioggia non risparmia il territorio salentino. Ciò in virtù della prima vera perturbazione che sta interessando prevalentemente il Nord Italia, ma a quanto pare nemmeno il Sud verrà risparmiato.


Adesso lo possiamo proprio confermare: l’estate è finita. Già il calo delle temperature avutosi nei giorni scorsi, con anche alcuni sprazzi di pioggia, l’aveva lasciato intendere. In questo fine settimana, purtroppo, il tempo non sarà affatto clemente. A suggerirlo, una perturbazione atlantica che sta interessando principalmente le regioni del Nord (con precipitazioni più frequenti ed intense sulle zone alpine e prealpine e sui settori occidentali), sebbene nemmeno il Sud verrà risparmiato. Il capoluogo salentino stamattina ha iniziato la giornata davanti ad un sole abbastanza caldo, magari accompagnato da un leggero freddo “settembrino”, ma comunque tale da non lasciar intravedere acquazzoni. E invece, intorno a metà mattinata, l’improvviso temporale, frutto della prima importante perturbazione giunta al termine di un’estate oltre i quaranta gradi.

Il Dipartimento della Protezione Civile, d'intesa con le Regioni coinvolte, nelle scorse ore ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse. Riguarda prevalentemente Piemonte, Lombardia e Liguria; in estensione a Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Piogge piuttosto molto abbondanti e accompagnate da fulmini, e forti raffiche di vento.

Si parla di “allerta arancione” sul versante tirrenico della Calabria e sulla parte occidentale della Basilicata. E non è detto che in molte altre zone d’Italia – tra cui la Puglia – la situazione meteorologica non possa prevedere un ulteriore peggioramento.

Gli aggiornamenti delle prossime ore diranno o meno se anche stasera e domani continueranno i brevi, ma molto intensi, rovesci temporaleschi avutisi nella mattinata odierna.

Chi, purtroppo, aveva intenzione di fare l’ultimo bagno in una località balneare salentina dovrà forse rivedere i propri piani originali. 

Ultima modifica: 15 settembre 2017 17:56

In questo articolo