Albano nega il corteggiamento di Berlusconi: “Non entrerò mai in politica, è la musica il mio pane”

In una lunga intervista al Corriere della Sera, il cantante di Cellino San Marco ha smentito le voci di una sua candidatura nei collegi esteri, fortemente voluta dal Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi.



«Mai entrerò in politica. Non è il mio campo. Farei danni. La musica è il mio pane. Il mio messaggio è chiuso nella forza e nella poesia delle sette note. Grazie a quello e alla mia voce sono quello che sono nel mondo». In una lunga intervista, rilasciata al Corriere Della Sera, Al Bano spegne, senza giri di parole, le voci circolate nelle ultime ore secondo cui Silvio Berlusconi starebbe pensando di candidarlo per uno dei seggi italiani all’estero. Il Presidente di Forza Italia, secondo il retroscena, starebbe ragionando sulla possibilità di schierare nomi molto conosciuti fuori dai confini nazionali,dove si eleggono 18 parlamentari, una quota fondamentale per assicurarsi la maggioranza.

In realtà, la “politica” lo corteggia da tempo. Una lusinga iniziata nel 1985 a cui non ha mai ceduto, nemmeno ora che sta per dire “addio” alla musica che lo ha portato a calcare i palchi di tutto il mondo.

«Farò il giudice a The Voice, ci sono i concerti, ma il 1° gennaio 2019 appendo il microfono a una cornice. L’ho già fatta costruire. Non lo faccio con gioia, ma con l’intelligenza dettata dal rapporto con la mia salute» ha raccontato ad Andrea Laffranchi, firma del pezzo.

Una confidenza al giornale di via Solferino che tocca tutti gli aspetti più importanti della vita del Leone di Cellino San Marco, reduce dal successo ottenuto insieme a Romina durante la lunga notte in onda su Rai1 per festeggiare il nuovo anno. E sul rapporto con la ex moglie puntualizza: «Siamo come fratello e sorella. Sono circa 20 anni che non stiamo assieme ma abbiamo attraversato il brutto e il bello della vita. Adesso c’è un rispetto speciale fra noi. Nonostante l’abuso di gossip la gente ci ama ancora per l’essenza».

Ultima modifica: 3 gennaio 2018 18:50

In this article