‘Di nostalgia non si guarisce’. Gli sparpajati e pizzicati salentini invadono la Lombardia

È nato su facebook un gruppo 'Sparpajati e pizzicati salentini' creato dall'associazione Salento chiAma' per riunire virtualmente tutti i salentini sparsi in giro per l”™Italia e condividere detti, canti, costumi, cucina e eventi.



Tutto ha inizio dall’incontro tra alcuni salentini e alcuni musicisti lombardi. Tutto ha inizio dalla comune passione per la pizzica. E così a Tradate, in provincia di Varese, nella primavera del 2014 nasce il gruppo dei PizziKanti.
 
Prende avvio così un cammino fatto di musica, di concerti, di partecipazioni ad eventi, anche in collaborazione con associazioni culturali del posto. L’energia del gruppo varca presto i confini nazionali, portando aria salentina oltre le frontiere italiane e raggiungendo anche la Svizzera.
 
La realizzazione del sogno musicale non si è sopita, anzi ha messo radici ed ha spinto il gruppo verso un progetto più ambizioso: promuovere le tradizioni della propria terra e diffonderne la cultura, costituendo l’associazione  “Salento chiAma”.
 
“E dunque di nostalgia non si guarisce” per citare il bellissimo refrain di Antonio Prete. Da questa nostalgia è nato anche su facebook un luogo virtuale di incontro tra salentini: il gruppo “Sparpajati e pizzicati salentini” creato per condividere detti, canti, costumi e cucina ma anche per ritrovarsi nei raduni organizzati in Italia e all’estero.
 
Il gruppo si impegna anche in iniziative di solidarietà come lo scorso Natale, con una raccolta fondi per un ragazzo disabile. Anche il motto degli “Sparpajati e pizzicati salentini” è un programma: Forti come le radici dei nostri ulivi, trasparenti come l’acqua dei nostri mari.
 
Insomma i salentini che pure sono inseriti perfettamente nel contesto sociale ed economico in cui lavorano non vogliono rinunciare al loro passato, alle loro radici, ma anzi hanno voglia di condividere un patrimonio di valori con il territorio che li ospita, all’insegna di una contaminazione che non è solo divertimento ma anche cultura. 

Ultima modifica: 29 luglio 2017 19:29

In questo articolo