Emergenza gelo: ore tranquille, ma in serata nuovo peggioramento. In campo anche l'Esercito | VIDEO

Sei in » »

Una nuova ondata di gelo è prevista per il pomeriggio di oggi, con la neve che tornerà a fioccare in serata. Il problema adesso è il ghiaccio: in mattinata pochi disagi alla circolazione, ma si raccomanda assoluta cautela alla guida. Prudenza anche per i pedoni.


Dei raggi di sole illuminano la neve caduta su Lecce
Dei raggi di sole illuminano la neve caduta su Lecce

Dal Salento. È stata una nottata di tregua quella appena trascorsa su Lecce e sul Salento. La neve ha risparmiato le ore notturne tra la domenica e l’inizio della nuova settimana. Inevitabile la formazione di ghiaccio in alcuni tratti, specialmente lungo le strade periferiche, ma in generale questa mattina la viabilità stradale è ripresa tranquilla.
 
Lungo le arterie principali della città stamattina il traffico si è mosso a rilento, ma in modo regolare: complice anche la chiusura delle scuole pochi ingorghi e pochi disagi. Certo, qualche ‘slittata’ c’è stata, ma era inevitabile dopo una nottata gelida. Probabile la chiusura degli istituti scolastici anche per domani.
 
Stamattina cielo ancora nuvoloso con sporadici episodi di neve e nevischio: le temperature si sono rialzate lievemente (tra i 3 i 5 gradi) e questo non ha permesso alla neve caduta intorno alle ore 10 su Lecce di non attecchire al suolo.
 
Tutto passato? Macché. Nel pomeriggio gli esperti prevedono nuovi peggioramenti atmosferici. A partire dalle ore 15.00, infatti, il cielo tornerà a incupirsi, le temperature ad abbassarsi e la neve tornerà a fioccare in abbondanza.  Tutto il Salento, grosso modo, tornerà nella morsa del gelo, ma saranno soprattutto le zone lungo la costa adriatica a ospitare le precipitazioni più intense.
 
Si raccomanda, perciò, massima prudenza, sia al volante sia per chi si ritrova a camminare a piedi. “Nel pomeriggio di oggi alle ore 15,30 – si legge in una nota diramata dalla Prefettura di Lecce – si terrà una nuova riunione del C.C.S. presso la Prefettura, allargata ad ulteriori componenti quali Caritas Diocesana, l'Ufficio scolastico territoriale -MIUR, ENEL e soggetti Gestori dei trasporti pubblici, su rotaie e gomme, per l'individuazione di ulteriori misure, nonché un aggiornamento sulle attivazioni predisposte dal sistema di Protezione Civile provinciale e sul'evoluzione delle problematiche connesse alle perduranti nevicate”.
 
Intanto dopo l'appello del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano è stato disposto anche l'impiego dell'Esercito per le situazioni di particolare emergenza.

Approfondimenti per
     
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |