L’aria profuma di pioggia, “speriamo non faccia danni”. Previsti temporali e grandinate

Come avevano previsto gli esperti, il maltempo ha raggiunto il centro-sud: attese piogge e temporali, ma anche grandinate e forti raffiche di vento. L'instabilità durerà (almeno) fino a domenica.



Ogni volta che qualche nuvolone nero minacciava l’orizzonte, gli agricoltori che avevano messo anima e cuore nelle loro coltivazioni, ripetevano sempre la stessa frase: “la pioggia fa bene alla terra, ma speriamo che non provochi danni”.

Il maltempo causato dalla perturbazione numero tre di giugno sta raggiungendo il centro-sud, con il suo carico di temporali.

Questa volta, nessuna delle regioni meridionali che hanno goduto di un vero e proprio anticipo d’estate sarà risparmiata. Nell’elenco delle zone ‘colpite’ dalla perturbazione c’è anche la Puglia tant’è che, sulla base delle previsioni disponibili, la Protezione Civile ha fatto scattare “l’allerta gialla” che sarà valida per 24 ore.

«Si prevedono – si legge – precipitazioni sparse a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento».

L’estate può attendere

Piogge, temporali, ma anche grandine e forti raffiche di vento. Insomma, non manca nulla nelle previsioni che resteranno ‘grigie’ almeno fino a domenica. Per il fine settimana la tendenza è quella di un ulteriore miglioramento al Nord, mentre il Sud sarà costretto a fare ancora i conti con l’instabilità, anche se il rischio acquazzoni dovrebbe essere limitato.

Il cattivo tempo sarà accompagnato da un sensibile calo delle temperature. L’asticella della colonnina di mercurio continuerà a scendere anche nelle prossime ore: una buona notizia per chi soffre il caldo.

E la prossima settimana?

A parte una leggera ‘incertezza’ del tempo nella giornata di lunedì, l’alta pressione potrebbe impossessarsi di nuovo della Penisola regalando, per diversi giorni, un tempo stabile e un clima sempre più caldo.

Ultima modifica: 14 giugno 2018 17:32

In questo articolo


Partecipa alla conversazione

Partecipa alla conversazione