‘Memorial Day’: messa in onore delle vittime del dovere al Duomo di Lecce

Domani mattina, alle ore 9.30, l'arcivescovo D'Ambrosio terrà una messa in onore delle vittime del dovere. Dopodiché, benedirà sette ciclisti che percorreranno il 'Cammino della Memoria', in Puglia, attraverso tre tappe.



Dal 1993 – ovvero l’anno dopo la strage di Capaci – il Sindacato Autonomo di Polizia organizza nel mese di maggio il “Memorial Day”. Si tratta di una manifestazione con appuntamenti diffusi lungo tutto il territorio nazionale, realizzati per celebrare le vittime della mafia, del terrorismo, del dovere e di ogni forma di criminalità. Oltre a ciò, l’evento intende commemorare – oltre ai servitori dello Stato – anche giornalisti, politici, religiosi e semplici cittadini che hanno pagato con la vita il loro impegno a favore della collettività. “Siamo profondamente convinti – scrive il SAP in una nota – che mantenere viva la memoria del passato sia l’unico modo per immaginare e realizzare il futuro del nostro Paese e della nostra comunità, che proteggiamo ogni giorno”. “A partire dall’anno scorso, però, abbiamo pensato di estendere la finalità dell’iniziativa – continua la sigla – oltre al valore della memoria, anche a quelli della “verità” e della “giustizia”, temi questi ultimi che sono due punti fermi del nostro sindacato quotidianamente impegnato nella tutela degli operatori di polizia e, in funzione di ciò, pronto ad opporsi alle disfunzioni del sistema”. Da qui è nato il “Cammino della Memoria, della Verità e della Giustizia”, e quest’anno, con grande soddisfazione, abbiamo organizzato la seconda edizione, in programma dal 7 al 20 maggio.

Nel dettaglio, un gruppo di podisti percorreranno circa 400 km a piedi, da Roma a Monte Sant'Angelo, in Puglia, per portare nei luoghi meravigliosi che visitiamo la nostra testimonianza, il nostro tributo a chi ha sacrificato la sua vita per un paese migliore e durante tutte le soste abbiamo previsto iniziative e commemorazioni. Il Cammino partirà da piazza San Pietro e le prime due tappe saranno Albano Laziale e Artena. Proseguiremo poi in direzione Anagni, per arrivare ad Alatri, alla splendida Abbazia di Casamari, Arpino e Roccasecca e il 13 maggio a Cassino e, anche qui, visiteremo la famosa Abbazia. Le tappe successive sono Venafro, Isernia, Castelpetroso (Pastena) e San Severo, in Puglia, che raggiungeremo in pullman martedì 16. Il giorno dopo saremo a San Giovanni Rotondo per arrivare il 18 a Monte Sant’Angelo. Nel frattempo si svolgerà anche la “Staffetta della memoria”: tra il 14 e il 16 maggio partiranno staffette di ciclisti da Capaci, Lecce, Trieste e Villa San Giovanni e il 18 arriveranno tutti a Monte Sant’Angelo, dove incontreranno i colleghi in cammino. Il 19, infine, una staffetta partirà da Aosta per arrivare, il giorno dopo, alla Sacra di San Michele, sopra ad Avigliana in provincia di Torino.

In particolare il 16 Maggio, presso il Duomo di Lecce, sarà officiata la Santa Messa dal Vescovo di Lecce in onore alle Vittime del Dovere. Al termine darà la benedizione ai 7 ciclisti che daranno inizio al Cammino della Memoria in Puglia in tre tappe, per complessivi 497 Km: la prima, appunto il 16 maggio attraversando le Città di Lecce, Squinzano, Trepuzzi, San Pietro Vernotico, Brindisi, San Vito dei Normanni, Carovigno, Ostuni, Cisternino (BR) per arrivare poi ad Alberobello (BA); la seconda, il 17 Maggio, partendo da Alberobello, attraverseranno Castellana Grotte, Rutigliano, Noicattaro, Triggiano, Mungivacca, Bari, Giovinazzo, Molfetta, Bisceglie, Trani, Andria e ultimando la tappa a Barletta; la terza, il 18 Maggio, partendo da Foggia, attraverseranno San Severo, San Marco in Lamis, Borgo Celano, San Giovanni Rotondo e ultimando la tappa a Monte Sant’Angelo.

L’Associazione Iubilantes, che si occupa della promozione della Via Micaelica, il grande pellegrinaggio da Roma verso il Santuario di San Michele a Monte Sant'Angelo, ha riconosciuto il “Cammino della Memoria, della Verità e della Giustizia” tra i cammini storici Micaelici attribuendogli le credenziali e dandogli supporto. Il 20 maggio è in programma il grande evento di chiusura all’importante santuario di San Michele Arcangelo con la celebrazione della Santa Messa officiata dal Rettore della basilica Padre Ladislao Suchy, seguito dal Concerto della Memoria presso l’Auditorium di Bari “Beato Bronislao Markiewicz” ove sarà presente il Vice Capo della Polizia e numerosi appartenenti al corpo e cittadini provenienti da tutta Italia.

Il Memorial Day si chiuderà il 25 maggio con la commemorazione presso l’Altare della Patria e la deposizione di una corona di alloro ai caduti alla presenza del Capo della Polizia, Prefetto Franco Gabrielli. 

Ultima modifica: 2 agosto 2017 11:53

In questo articolo