“Accoglienza verso chi cerca rifugio e ottimismo della carità”, gli auguri di buon anno di Mons. Seccia

Giungono attraverso un video-messaggio di "accoglienza" e "ottimismo della carità" gli auguri di buon anno di Mons. Michele Seccia, Arcivescovo di Lecce.

“Abbiamo varcato la soglia del nuovo anno, 1 Gennaio 2018, Giornata Mondiale della Pace. Papa Francesco ci ha indirizzato un messaggio straordinario perché i nostri cuori si aprano. Non solo con i desideri, ma anche con il pensiero all’accoglienza degli stranieri”. Inizia così, conciso e diretto, il messaggio di auguri di Mons. Michele Seccia, Arcivescovo di Lecce, in occasione del primo giorno dell’anno.

“Accoglienza verso chi cerca rifugio”

“Accoglienza di coloro che cercano rifugio – prosegue il Pastore della Chiesa di Lecce – o che hanno trascorso il Natale come o peggio di Gesù all’interno di un grotta“. “Non un inizio dell’anno col pessimismo, ma al contrario l’ottimismo della carità, de Vangelo che si è incarnato. Solo così la nostra società avrà una speranza migliore”.

“Che sia un anno alla ricerca del bene”

A voi tutti che ascoltate, vedete questo messaggio, buon anno. Che sia un anno alla ricerca di quel bene che rende tutti felici, l’incontro col Cristo che ha dato la sua vita per noi. Incontro col Gesù, verbo del Padre, che ci dice ‘io mi sono fatto uomo per rivelarti l’amore del Padre, anche nella tua umanità, nella tua vita, mostra ai fratelli che credi in me, e che ami i fratelli come dici di amare me’. Buon anno a tutti“.

 

Ultima modifica: 2 gennaio 2018 9:24

In this article