Ospedale “Vito Fazzi”, aperto il cantiere per il restyling dell’Area Accettazione e Triage del Pronto Soccorso

Nuovi arredi, nonché una migliore e più funzionale sistemazione degli spazi sia nell’Area Accettazione, sia nella zona Triage. Il progetto di restyling del Pronto Soccorso del "Fazzi".



Il Pronto Soccorso del “Vito Fazzi” sarà più accogliente e ordinato. Grazie ai nuovi arredi e a una migliore e più funzionale sistemazione degli spazi sia nell’Area Accettazione sia nella zona Triage. È quanto prevede il progetto di restyling affidato alla ditta che, stamattina, ha preso in consegna il cantiere e avviato i lavori. Due i paletti fissati dalla Direzione Generale: tempi certi e rapidi per la riqualificazione (un mese), disagi per l’utenza ridotti al minimo. L’area di cantiere è stata perciò divisa in settori, in modo da non compromettere l’operatività del Pronto Soccorso che, a fine lavori, potrà contare su tre postazioni rinnovate e un’area Accettazione molto più ampia e comoda.

Percorso Accoglienza

E’ il punto d’arrivo del Percorso Accoglienza, fortemente voluto dalla Direzione Generale per rendere il Pronto Soccorso del “Fazzi” più “vivibile”, migliorando gestione e smistamento di circa 80mila accessi l’anno. Con un approccio su più fronti, prima i corsi di formazione dedicati al personale e finalizzati a migliorare l’accoglienza riservata agli utenti, valorizzando il contatto con le persone e la capacità d’ascolto, oltre che l’abbattimento dei tempi d’attesa, ora con un intervento strutturale che renderà più agevoli i flussi all’interno del Pronto Soccorso. In particolare nell’area dei codici bianchi e verdi, certamente i meno gravi da trattare dal punto di vista sanitario ma che, per l’alto numero di accessi, presentano qualche criticità comunicativa e logistica.

Fermo restando che è vivamente consigliato di recarsi in Pronto Soccorso solo ed unicamente per i casi urgenti, la nuova sistemazione degli ambienti consentirà al personale sanitario di gestire al meglio gli accessi e all’utenza di fruire di un servizio e di strutture adeguate alle proprie esigenze.

Ultima modifica: 6 dicembre 2017 22:09

In questo articolo