Salento diviso a metà. Lecce torna alla ‘normalità’, ma a Sud i disagi continuano

Il Salento sta tornano alla normalità dopo l'eccezionale ondata di maltempo dei giorni scorsi. Domani riapriranno le scuole dopo la chiusura straordinaria e anche le attività didattiche e di ricerca dell'Università del Salento riprenderanno domani.



Il maltempo, che ha letteralmente travolto il Salento, sembra si stia lentamente allontanando verso Nord. Restano a farci compagnia il gelo e le temperature vicine allo zero che, secondo le previsioni dei meteorologi, chiuderanno questa settimana ‘memorabile’ dal punto di vista del paesaggio imbiancato, ma anche per i disagi (e i danni) che la neve ha provocato. Piano piano il tacco dello stivale sta tornando alla normalità. Sulle principali strade, come la Lecce-Maglie, la circolazione è tornata quella di sempre. Il problema resta sulle carreggiate poco trafficate o sulle arterie che collegano i comuni più piccoli, dove l’asfalto si è trasformato in una lunga e pericolosissima lastra di ghiaccio, impraticabile o praticabile con molta prudenza. È proprio il basso Salento, infatti, a continuare a sentire maggiormente le difficoltà e i problemi (come la mancanza di acqua per le tubature ghiacciate) provocati dal passaggio di Burian, il vento proveniente dalla steppa russa della Siberia.  

Il peggio sembra essere passato anche se l’allerta resta alta soprattutto per l’asticella della colonnina di mercurio che questa notte dovrebbe cadere ancora a picco. Pericolo gelate, dunque.

La vita torna alla quotidianità di sempre anche per gli studenti che domani, salvo cambiamenti degli ultimi minuti, dovranno (finalmente per i genitori) tornare a sedere tra i banchi. Tutte le scuole di ogni ordine e grado, da Lecce ad Acquarica del Capo, da Squinzano a Sannicola, da Nardò a Santa Cesarea Terme, riapriranno i battenti dopo la chiusura straordinaria che ha allungato le vacanze natalizie. Ad onor del vero, ad Aradeo, Alezio, Sogliano Cavour, Cutrofiano, Leverano, Novolì, Castrì e Caprarica le lezioni sono regolarmente riprese oggi, senza particolari problemi. 
 
Anche le attività didattiche e di ricerca dell’Università del Salento, dopo lo stop di questi giorni dovuto alle eccezionali condizioni climatiche, riprenderanno ufficialmente domani. «Si torna gradualmente alla normalità – commentano il Rettore Vincenzo Zara e il Direttore Generale Emanuele Fidoraanche grazie all’impegno dei docenti e del personale tecnico-amministrativo, che già in queste ore si sono attivati per porre rimedio a qualche disagio. Raccomandiamo comunque la massima prudenza negli spostamenti e chiediamo agli studenti e agli utenti ancora qualche giorno di pazienza, perché si possa riprendere completamente tutte le normali attività. Saranno naturalmente tenute in considerazione le particolari esigenze di coloro che dovessero continuare a incontrare difficoltà logistiche».

Ultima modifica: 23 agosto 2017 12:29

In questo articolo