Il camper della Polizia diventa “un’aula”. Gli studenti in piazza con “Una vita da social”

Questa mattina, la redazione di Leccenews24.it si è recata in Piazza Sant'Oronzo per riprendere l'iniziativa di sensibilizzazione intitolata "Una vita da Social". Gli studenti leccesi "a lezione" di web dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni.

Numerose scuole presenti e tanta voglia di voler affrontare a viso aperto i rischi che, spesso, si corrono navigando sul web. L’iniziativa “Una vita da social” arriva a Lecce, in piazza Sant’Oronzo, a bordo di un camper dalle grandi dimensioni per incontrare i ragazzi e spigare loro le opportunità che internet può offrire, ma senza dimenticarne i pericoli.

Educazione e social

Gli agenti della Polizia Postale e delle Comunicazioni, dunque, spiegano ai giovani i comportamenti da adottare; in particolar modo quando l’argomento tocca i social network, strumenti usati per la maggiore in rete. Attenzione, dunque, alla “memoria ferrea” di internet, che difficilmente tralascerà una foto o un determinato commento. Giusto, pertanto, insistere sull’aspetto dell’educazione ed alla “responsabilizzazione della parola” quando si è online. E, in primis, al rispetto verso l’altro, tanto nella vita reale quanto in quella virtuale.

Alla manifestazione, hanno fatto da guida gli studenti del progetto “MaBasta”.

L’importanza del dialogo

Presenti anche il Questore di Lecce, Leopoldo Laricchia, e la dr.ssa Ida Tammaccaro, Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni della Puglia. Entrambi – intervistati stamattina dalla stampa locale – hanno rimarcato l’importanza dell’iniziativa, suggerendo anzitutto il dialogo con i genitori come primo passo di contrasto a fenomeni quali bullismo o cyberbullismo.

Ultima modifica: 15 marzo 2018 19:42

In questo articolo