Si calano dal tetto carichi di regali per i bambini, in Pediatria arrivano i Vigili del fuoco-Babbo Natale

Nel reparto di Pediatria del “Vito Fazzi” sono stati consegnati i regali ai bambini grazie a Vigili del Fuoco travestiti da "Babbo Natale". Don Gianni: "Descrivere lo stupore che traspariva dai loro sguardi appare impresa ardua più di quella che è stata realizzata".


Babbo-Natale-Pediatria-Fazzi

Questa volta ha usato una “strada” alternativa al camino. Per raggiungere i bambini si è calato dal tetto con una fune ed è atterrato dritto dritto davanti alla grande vetrata del reparto di Pediatria del “Vito Fazzi” di Lecce. È stato un Babbo Natale un po’ diverso dal solito, agile e scattante, quello che si è presentato davanti agli occhi stupiti e pieni di ‘magia’ dei piccoli ospiti del reparto diretto dal dr. Pietro Caprio.

E non era solo. Con la figura più amata dai bambini, carico di doni come tradizione vuole, sono sopraggiunti anche molti personaggi delle fiabe: da Pinocchio a Cappuccetto Rosso, da Belle a Jasmine, da Cenerentola a Masha&Orso.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Associazione “Cuore e mani aperte verso chi soffre” Onlus, presieduta da don Gianni Mattia grazie alla preziosissima collaborazione con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Lecce e della Direzione Sanitaria del Presidio Ospedaliero, del dottor Pietro Caprio, direttore responsabile del Reparto di Pediatria.

«Per il secondo anno consecutivo – ha dichiarato Don Gianni – abbiamo potuto donare un paio d’ore di magia ai piccoli che trascorreranno il Natale tra le corsie dell’Ospedale. Descrivere lo stupore che traspariva dai loro sguardi appare impresa ardua più di quella che è stata realizzata. Ci tengoa sottolineare che non solo in queste occasioni cerchiamo di essere vicini ai piccoli degenti, ma durante tutto l’anno. Infatti, la nostra Associazione conta su più di 350 volontari clown che tutti i week end donano i loro sorrisi nei reparti di Pediatria del Salento».

«Abbiamo donato i giochi ai piccoli pazienti nell’intento di coinvolgerli in una grande e colorata festa anche se in un luogo solitamente più sobrio» ha dichiarato il vicepresidente dell’Associazione Franco Russo che ha fortemente voluto questo momento per i piccoli pazienti, ma anche per i genitori e l’intero personale del reparto ben contento di aprire le porte (e le finestre) ai simpatici vigili del fuoco travestiti da Babbo Natale e ai coloratissimi personaggi delle fiabe.

Ultima modifica: 21 dicembre 2017 13:04

In questo articolo