​Getta la cocaina nel water e scarica, ma i carabinieri la recuperano nella fogna. Arrestato 30enne

Ha provato a disfarsi delle dosi di cocaina gettandola nel water, ma non è bastato a Ivan Caraccio 30enne di Casarano ad evitare di finire nei guai. I carabinieri hanno recuperato lo stupefacente, non senza difficoltà, dalla fogna.



Credeva di averla fatta franca quando si è liberato della droga che aveva in casa, ma non è bastato a Ivan Caraccio, 30enne di Casarano ad evitare di finire a Borgo San Nicola. Quando i Carabinieri della locale compagnia si sono presentati alla porta della sua abitazione insieme al Nucleo Cinofili di Modugno, il 30enne ha capito che non sarebbe sfuggito al fiuto infallibile dei loro preziosi cani e così, vistosi alle strette, con una mossa repentina mista a scaltrezza, prima di spalancare la porta ai militari che gli intimavano di aprire, ha cercato di disfarsi della sostanza stupefacente. Anzi, ci era apparentemente riuscito: ha preso le diciannove dosi di cocaina – già confezionate e pronte per lo spaccio – le ha gettate nel water e ha tirato lo sciacquone.     
  
Non ha fatto i conti con la professionalità e la caparbietà di chi ha operato questa mattina. Gli uomini in divisa, infatti, hanno superato anche i labirinti delle condutture idriche, individuando in men che non si dica il tombino di accesso alla valvola di scarico della condotta fognaria dedicata a quell’abitazione. Una volta azionato, hanno recuperato la cocaina, circa 30 grammi non senza difficoltà.
  
La perquisizione ha permesso di rinvenire alcune dosi di marijuana, tutto il materiale necessario al confezionamento delle singole dosi e, per finire, anche del denaro contante: circa 130 euro. Terminate tutte le formalità di rito, come detto, Ivan Caraccio è stato accompagnato nella casa circondariale di Lecce.

Ultima modifica: 2 agosto 2017 11:58

In questo articolo