​Si schianta con l’auto di servizio alle prime luci dell’alba, preoccupano le condizioni di un vigilantes

Stava tornando a Racale da Salice Salentino quando, per cause ancora tutte da accertare, un vigilantes ha perso il controllo della macchina di servizio, andando a sbattere con violenza contro un ostacolo. Ora si trova ricoverato al Fazzi.



L’incidente stradale, la folle corsa in ospedale e la ‘rabbia’ di fronte al pensiero che quanto accaduto (forse) si poteva evitare: è questo il drammatico “riassunto” della notte appena trascorsa. Mancava poco all’alba, quando un vigilantes di una nota agenzia che si occupa di sicurezza è stato protagonista di un terribile sinistro.
  
Impossibile raccontare con dovizia di particolari la dinamica di quei drammatici momenti. Secondo una prima ricostruzione, però, l’uomo stava tornando a Racale da Salice Salentino dove aveva ‘controllato’ una banca, quando ha perso improvvisamente il controllo dell’auto di servizio. La macchina ha zizzagato pericolosamente sulla carreggiata, finendo la sua folle corsa contro un ostacolo. Un impatto violentissimo, come dimostra la macchina ridotta ad un ammasso di lamiere contorte.
  
Sono stati alcuni automobilisti di passaggio ad attivare la macchina dei soccorsi. I sanitari del 118, giunti sul posto, hanno intuito subito la gravità della situazione e hanno accompagnato a sirene spiegate il malcapitato verso il Pronto Soccorso dell’Ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove è arrivato in «codice rosso». I medici che lo hanno preso in cura non si sbottonano, ma le sue condizioni sono preoccupanti. Al momento si trova ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Neurochirurgia.
  
Subito la notizia ha fatto il giro dei colleghi, un tam tam che ha unito il dispiacere per quanto accaduto ad un amico ad una serie di domande che cercano risposte. In tante occasioni, infatti, attraverso le loro rappresentanze sindacali i vigilantes hanno denunciato turni di lavoro massacranti. Non si vuole entrare qui, nell’episodio accaduto dove le cause che hanno provocato l’incidente potrebbero essere tante e che saranno accertate in sede competente, le guardie tuttavia fanno fronte comune. 

Ultima modifica: 15 settembre 2017 11:13

In questo articolo