​Tenta il suicidio gettandosi dal balcone, lo soccorre la madre ma è grave

Sono gravissime le condizioni di un giovane di Lecce che, nella notte, si è gettato dal balcone della sua abitazione. Trasportato all'ospedale 'Vito Fazzi' è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico durato diverse ore.



Ha provato a togliersi la vita gettandosi dal balcone della sua abitazione: è il gesto, disperato, di un giovane di Lecce (di cui al momento non si conoscono le generalità). Il ragazzo ha aperto la porta-finestra dell’appartamento in cui vive con la mamma e si è lanciato nel vuoto. Un volo di qualche metro che gli ha provocato diverse lesioni e ferite, tra cui una preoccupante alla testa.
  
È stata proprio la donna ad accorgersi di quello che era appena accaduto davanti ai suoi occhi e, senza perdere tempo, ha chiamato il 118. Un’ambulanza ha raggiunto il luogo indicato nel giro di qualche minuto, ma i sanitari a bordo, intuendo la gravità della situazione, hanno trasportato immediatamente il malcapitato a sirene spiegate all’ospedale ‘Vito Fazzi’ dove è arrivato in codice rosso.
  
Il giovane, a causa della gravità delle ferite riportate, è stato sottoposto nella notte ad un delicatissimo intervento. L’operazione alla teca cranica eseguita da un’equipe di medici neurochirurgici del nosocomio salentino è durata diverse ore, fino alle prime luci del mattino. I medici non si sbottonano ma stando alle informazioni trapelate sembra che le sue condizioni siano critiche. Il giovane si trova ora ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata.
  
Sull’accaduto, intanto, indagano gli uomini delle forze dell’ordine. Sembra che il giovane abbia un passato difficile alle spalle, ma i motivi che lo hanno spinto a mettere fine alla sua vita sono al momento ancora sconosciuti. 

Ultima modifica: 1 agosto 2017 19:07

In questo articolo