​Tragedia a Sanarica, cacciatore trovato senza vita in campagna. Si sarebbe sparato con il fucile

Il corpo senza vita di un cacciatore è stato ritrovato in una campagna tra Sanarica e Poggiardo. Tutto fa pensare ad un suicidio, ma sono poco chiari il motivi che avrebbero spinto l'uomo ad un gesto così estremo.


fucile-doppietta

Tragedia a Sanarica, dove in una campagna alla periferia del piccolo paese salentino, a due passi dalla strada provinciale per Poggiardo, è stato scoperto il corpo senza vita di un cacciatore 51enne. L’uomo – stando ad una prima ricostruzione dell’accaduto – si sarebbe tolto la vita sparandosi con il suo fucile da caccia. Un unico colpo che non gli ha lasciato scampo.  
  
Quando un’ambulanza del 118 ha raggiunto il terreno su richiesta delle forze dell’ordine, per l’uomo (di cui al momento non sono state diffuse le generalità) non c’era più nulla da fare e i sanitari intervenuti non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Tutto farebbe pensare ad un suicidio, ma è i contorni della vicenda sono al momento poco chiari. Come incomprensibili sono motivi che avrebbero spinto il cacciatore a compiere un gesto così estremo.
  
Sul luogo del ritrovamento del cadavere sono intervenuti i carabinieri della stazione di Muro Leccese che hanno immediatamente avviato le indagini per ricostruire gli ultimi momenti di vita dell’uomo. Non sembra, da indiscrezioni, che abbia lasciato biglietti su cui spiegava l'intenzione di farla finita

Intanto, su disposizione del pubblico ministero, la dottoressa Maria Rosaria Micucci, la salma è stata trasportata presso la camera mortuaria dell’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove nelle prossime ore il medico legale provvederà a eseguire tutti gli accertamenti del caso per chiarire le cause del decesso. Dall'esame esterno potrebbero arrivare le prime risposte. 

Le indagini sono in corso, ma non appena la notizia si è diffusa a Sanarica, i cittadini sono rimasti sgomenti e addolorati. 
 

Ultima modifica: 1 agosto 2017 18:56

In questo articolo