31enne si tuffa dalla spiaggia della Purità e non si hanno più notizie di lui. Soccorso dalla Guardia Costiera

I militari allertati da una chiamata al numero di emergenza in cui veniva segnalata la sua presunta scomparsa. È stato rintracciato dopo due ore in buone condizioni nei pressi del porticciolo del Canneto.



Pochi minuti prima della mezzanotte di ieri, è pervenuta presso la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Gallipoli una chiamata al numero d’emergenza 1530 con cui è stata segnalata la presunta scomparsa in mare di un uomo che, dopo essersi tuffato, non era più riemerso nei pressi della spiaggia della Purità di Gallipoli.
  
Considerata l’ora e la gravità della segnalazione, la Guardia Costiera di Gallipoli ha avviato immediatamente le ricerche con tutte le componenti disponibili inviando pattuglie via terra, motovedette ed allertando per un immediato intervento associazioni di volontari subacquei oltre ai sommozzatori del Corpo dei Vigili del Fuoco.
  
In particolare i militari a bordo della motovedetta SAR CP 327, hanno effettuato ricerche sia ottiche, grazie ai potenti fari installati a bordo, sia strumentali utilizzando il visore a raggi infrarossi in grado di individuare, grazie alle differenze termiche esistenti tra la temperatura del corpo umano rispetto alla temperatura dell’acqua, la presenza di un corpo in mare. Dopo circa due ore di ricerche, l’uomo di 31 anni è stato rintracciato in buone condizioni di salute, e preso a bordo della motovedetta specializzata nella ricerca e nel soccorso a poche centinaia di metri dal porticciolo del Canneto.
  
I familiari del presunto disperso, che peraltro hanno contribuito in numerosi nelle ricerche via terra, dopo il ritrovamento, sono stati convocati presso la Capitaneria di Gallipoli.
  
La persona recuperata non ha inteso ricorrere a cure mediche.
 

Ultima modifica: 15 settembre 2017 11:46

In questo articolo