17 milioni di euro di marijuana e armi: è il ‘carico’ del gommone bloccato al largo di San Foca. Trafficanti arrestati

Le Fiamme Gialle hanno fermato al largo delle coste salentine un gommone carico di oltre 1700 kg di marijuana, un fucile kalashnikov e sessanta proiettili. Arrestati tre giovanissimi albanesi.



Erano da poco passate le 19.30 di sabato, 30 dicembre, quando le Fiamme Gialle, impegnate in una missione finalizzata alla sorveglianza delle frontiere e al contrasto dei traffici illeciti perpetrati via mare, hanno avvistato una imbarcazione “sospetta”. Era carica di sostanza stupefacente. I dubbi, in fatti, di lì a poco sarebbero diventati certezze.

I fatti

Scattato l’allarme, gli assetti aeronavali della Guardia di Finanza – impegnati anche nell’operazione “Triton” dell’Agenzia Frontex – sono stati indirizzati verso l’obiettivo, al largo della costa di Otranto. Una volta raggiunta l’imbarcazione, i militari hanno intimato l’alt, ma i trafficanti hanno cercato di darsi alla fuga, aumentando la velocità. È iniziato un inseguimento che si è concluso, poco dopo, con l’abbordaggio della barca scappata da parte degli uomini delle Fiamme Gialle, a poche miglia al largo di San Foca di Melendugno. Il gommone grigio –  lungo 9 metri, con due potenti motori fuoribordo – è stato condotto “sulla terraferma” e sottoposto a sequestro.

Le sorprese spuntante durante l’accurata ispezione

Gli uomini in divisa hanno trovato un fucile mitragliatore tipo kalashnikov e due caricatori con 30 proiettili ciascuno. La marijuana, confezionata in 76 colli di varie dimensioni, pesa complessivamente oltre 1.741 chili che al mercato clandestino avrebbe fruttato al dettaglio oltre 17 milioni di euro.

Gli arresti

Gli scafisti, F.M. 25 anni, A.S. 25 anni e O.S. 25 anni, tutti di Valona, sono stati arrestati per detenzione e traffico internazionale di stupefacenti, introduzione illegale di armi da guerra e posti a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

I numeri

Dall’inizio dell’anno 2017, sono circa 35 le tonnellate di marijuana trasportata via mare sequestrate, 50 gli scafisti arrestati e 25 i natanti sottratti alle organizzazioni criminali dalla Guardia di Finanza in Puglia; nell’intero anno 2016, sempre le Fiamme Gialle pugliesi, ne avevano sequestrate circa 22 tonnellate.

Tale sequestro di droga conferma l’efficacia dell’attività quotidiana di pattugliamento svolta dal dispositivo aeronavale della Guardia di Finanza titolare esclusiva delle funzioni di Forza di Polizia demandata alla “sicurezza del mare”, a contrasto dei traffici illeciti perpetrati verso le frontiere nazionali ed europee.

Ultima modifica: 2 gennaio 2018 8:55

In this article