Bruciano i volantini annerendo il portone d’ingresso: danneggiata un’abitazione di Al Bano

Un'abitazione disabitata, di proprietà di Al Bano Carrisi, è stata danneggiata intorno alle 4.45 odierne. Ignoti hanno dato fuoco a dei volantini pubblicitari, causando un lieve rogo. Il fumo ha poi annerito il portone d'ingresso. Sul posto, Vigili del Fuoco e Carabinieri.



Hanno prima dato alle fiamme dei volantini pubblicitari. Da qui, è nato il rogo davanti all’ingresso della casa di uno dei cantanti italiani più famosi, tanto nella nostra nazione quanto nel mondo intero. Si tratta dell’abitazione Al Bano Carrisi; o meglio, una delle abitazioni situata a Cellino San Marco. Pare infatti – stando a quanto comunicatoci dai Carabinieri della sala stampa brindisina – che il fumo abbia generato l’annerimento del portone e di parte del prospetto. Lo stabile era comunque disabitato, ma sul posto – onde evitare il propagarsi delle lievi fiamme – sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco di Brindisi.

Gli uomini dell’Arma appartenenti alla stazione di Cellino San Marco – unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Brindisi – hanno avviato le indagini finalizzate a scoprire l’autore del gesto; cercando di comprendere pure il movente dell’atto vandalico. Compiuto – riferiscono sempre i militari – intorno alle 4.45 odierne. Al momento sembra soltanto una semplice bravata, sebbene gli investigatori vorranno certamente vederci più chiaro sulla questione.

Ancora non è stata effettuata una conta precisa dei danni economici consequenziali alla vicenda. Non dovrebbe trattarsi di una cifra esosa, sebbene la particolarità della notizia risieda nel fatto che il proprietario di quello stabile sia proprio il famosissimo cantautore pugliese.

Al Bano sarà, peraltro, impegnato moltissimo a maggio con una serie di eventi e concerti. A cominciare dal giorno 8, infatti, volerà a Brescia, mentre invece il 12 a Torino. Giorno 15, invece, canterà a Cracovia insieme a Romina. Le date di maggio avranno fine il 29 a Verona durante un evento di beneficenza.

Ultima modifica: 23 agosto 2017 14:06

In questo articolo