Spaccio, furti di alberi di ulivo e truffa: raffica di denunce dei Carabinieri

Raffica di denunce: è il bilancio dei controlli dei carabinieri della Compagnia di Gallipoli, impegnati in un servizio a largo raggio sul territorio.


controlli-carabinieri-gallipoli

Proseguono a spron battuto i controlli dei carabinieri che continuano ad accendere i riflettori sul territorio. Questa volta è toccato ai militari della Compagnia di Gallipoli essere impegnati in un servizio a largo raggio che, inutile dirlo, ha portato a diversi risultati.

5 persone sono state deferite, in stato di libertà, per detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nello specifico: un tunisino è stato pizzicato a Galatone con 2,22 grammi di cocaina, sequestrata. Un 31enne di Scorrano, invece è stato trovato in possesso di 4,20 grammi di marijuana. Un 35enne di Castellaneta è stato sorpreso a Tuglie con due dosi di Ketamina, una dose di Mdma, una dose di cocaina e 3,75 grammi di hashish. Due giovanissimi marocchini, invece, sono stati fermati a bordo di un’auto e, dopo il controllo, sono stati trovati in possesso di 102 grammi di hashish. Due ragazzi, uno di Gallipoli e l’altro di Cosenza, a bordo dell’auto avevano 7 confezioni di cellophane con 3 grammi di cocaina.

Ventidue persone, invece, sono state segnalate alla Prefettura per uso non terapeutico di sostanze stupefacente.

Deferito in stato di libertà per simulazione di reato: C.V. 34enne di Taranto è stato deferito in stato di libertà dai carabinieri di Nardò per simulazione di reato. L’uomo ha raccontato che due sconosciuti, con il volto coperto dal casco integrale, lo avevano rapinato, ma le indagini hanno permesso di stabilire che, quel fatto denunciato, non si era mai verificato.

Deferito in stato di libertà per porto abusivo di oggetti atti ad offendere e minaccia aggravata: S.B. 51enne Marocchino è stato ‘fermato’ a Sannicola. L’uomo, in evidente stato di alterazione dovuto all’assunzione di bevande alcoliche, minacciava per futili motivi minacciava di morte il gestore di un locale pubblico, brandendo un cacciavite. L’arma improvvisata è stata sequestrata.

Due persone sono state deferite in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza e guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Un 22enne di Nardò ha perso il controllo della sua moto Yamaha, cadendo rovinosamente sul manto stradale. È risultato positivo al test alcolemico con tasso 2,6 g/l e tossicologico per la cocaina.  Documento guida ritirato e veicolo sequestrato. Un 28enne di Nardò, invece, si trovava al volante della sua Renault, quando è rimasto coinvolto in un incidente stradale. È risultato positivo al test tossicologico per cannabinoidi.  Anche a lui è stato ritirato il documento guida e sequestrato il veicolo;

Un 31enne di Copertino è stato deferito in stato di libertà per furto aggravato: aveva rubato 4 alberi di ulivo da un terreno agricolo in località Scianne.

Deferito in stato di libertà per truffa, infine, un 33enne di Siderno. L’uomo, dopo aver messo in vendita su “subito.it” un mini escavatore pe 1.500 euro, ha incassato l’acconto – 300 euro – ed è sparito. La somma era stata versata su carta prepagata postepay dal denunciante che non ha ottenuto la merce.

Ultima modifica: 20 maggio 2018 10:55

In questo articolo