Rubano oltre 72mila euro di energia elettrica, in quattro finiscono nei guai

La scoperta a opera degli agenti del Commissariato della Polizia di Nardò. A finire sotto i riflettori tre esercizi commerciali e un’abitazione privata. I proprietari sono stati denunciati.



Il Commissariato di Polizia di Stato di Nardò negli ultimi mesi ha condotto un’indagine di polizia giudiziaria che ha portato alla denuncia di quattro persone indagate per furto aggravato di energia elettrica.

Le attività di indagine sono nate dal riscontro di alcune anomalie inerenti la distribuzione ed il consumo di energia elettrica.

Si è dato quindi vita ad una serie di sopralluoghi effettuati congiuntamente da agenti del Commissariato e da tecnici dell’Enel.

Sorprendente l’esito in soli pochi mesi di indagine.

Sono stati individuati, infatti, tre  esercizi commerciali e un’abitazione privata

Ancora più sorprendente il metodo con cui si rubava l’energia elettrica.

In un caso  era stato apposto un magnete,  abilmente occultato in un diffusore deodorante per ambienti, sul contatore, mentre, in un altro caso si era bypassato direttamente il contatore mediante un cavo che portava l’energia all’interno dell’esercizio pubblico.

Ma il sistema tecnologicamente più evoluto è risultato quello realizzato dal proprietario di un’abitazione privata che ha bypassato  il contatore con un lavoro eseguito a regola d’arte.

Infatti il cavo era collegato ad un dispositivo elettronico comandato da un interruttore che permetteva di volta in volta di inserire o disinserire il ponte elettrico realizzato perfettamente  e completamente murato e invisibile dall’esterno.

In sostanza, in caso di controlli il proprietario premendo il pulsante avrebbe potuto inserito o disinserito il contatore a suo piacimento.

Le quattro persone indagate, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato di energia elettrica.

Inoltre, dai conteggi effettuati da Enel Distribuzione i quattro denunciati dovranno restituire l’equivalente del valore dell’ energia elettrica sottratta che ammonta complessivamente ad oltre 72mila euro.

Ultima modifica: 13 febbraio 2018 18:10

In questo articolo