Si avvale di operai in nero per la sua ditta. Deferito 50enne di Giuggianello

Dei tre uno era anche un cittadino del Ghana senza passaporto e permesso di soggiorno che è stato condotto presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Lecce.



I Carabinieri della stazione di Muro Leccese, dopo aver terminato una serie di accertamenti, hanno deferito in stato di libertà, con le accuse di lavoro subordinato di manodopera immigrata; favoreggiamento per la permanenza di clandestino o irregolare e violazioni amministrative in materia di lavoro sommerso, P.A., 50enne di Giuggianello.

I militari, nel corso di un controllo presso la ditta individuale di proprietà dell’uomo hanno riscontrato la presenza di sei operai, di cui tre, un magliese 40enne; un rumeno 46enne e cittadino del Ghana 29enne, residente a Giuggianello privo di passaporto e permesso di soggiorno risultati irregolari in quando espletavano l’attività lavorativa senza il contratto di assunzione.

Il cittadino extracomunitario, inoltre, è stato sottoposto a fermo per l’identificazione e poi condotto presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Lecce allo scopo di avviare le pratiche per l’espulsione.

Il titolare dell’impresa, in relazione all’accertamento sull’utilizzo di lavoratori irregolari è stato segnalato alla Direzione Provinciale del Lavoro per le sanzioni amministrative previste da questo tipo di condotta.

Ultima modifica: 13 settembre 2018 19:22

In questo articolo


Partecipa alla conversazione

Partecipa alla conversazione