Fuori strada con l’auto sulla Veglie-Porto Cesareo: 19enne ricoverato in Rianimazione

Un 19enne di Porto Cesareo, per motivi ancora da accertare, è finito fuori strada con la propria automobile, andando a sbattere con un albero nelle campagne circostanti. Ora si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione.



Sono giorni davvero strazianti per le vicende di cronaca nera interessanti il territorio salentino. Gli incidenti stradali stanno divenendo quasi abitudinari lungo le strade della provincia, e tale aspetto – lo sottolineiamo – non va affatto bene. Purtroppo, spesso, le vittime risultano ragazzi. Giovani con ancora un futuro davanti. Come il caso, ultimo in ordine di tempo, del 19enne di Porto Cesareo feritosi gravemente al termine del sinistro che l’ha visto protagonista ieri notte.

Intorno all’1.30, lui stava percorrendo la Veglie-Porto Cesareo – rincasando, dunque – quando all’improvviso, per motivi ancora al vaglio delle forze dell’ordine – qualcosa è andato storto. Perde il controllo della vettura, finendo successivamente nelle campagne circostanti. Dopodiché, la sua corsa termina di fronte ad un albero. Impatto devastante, terribile, che riduce l’auto in un cumulo di lamiere.
Necessario, pertanto, l’intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Veglie che, con estrema delicatezza, sono riusciti ad estrarre dal groviglio metallico creatosi il corpo del povero malcapitato.

Operazione piuttosto complessa, durata una mezzoretta buona. Siamo più o meno all’altezza di “Masseria Zanzara”. Poi, per prestargli i primissimi soccorsi, ecco arrivare un’ambulanza del 118. Il personale paramedico, terminata l’esamina iniziale del paziente, ne dispone subito l’immediato trasferimento in “codice rosso” presso l’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Ora è ricoverato in prognosi riservata dentro al reparto di Rianimazione.

Per i rilievi del caso, ovviamente, c’erano i carabinieri. Davvero angosciante dover raccontare di tali episodi, specie se poi accaduti uno dopo l’altro, in questi giorni. Giusto ieri, guidando sulla Maglie-Cursi, ha perso la vita il prozio di Lorenzo Toma (lo sfortunato 19enne deceduto domenica mattina al termine di una serata in discoteca). Evento che ha scosso non solo i salentini, bensì l’Italia intera. 

Ultima modifica: 23 agosto 2017 16:28

In questo articolo