Sfonda la vetrina della libreria in pieno centro: fermato un nigeriano

Colpo andato male per un nigeriano che nella notte ha cercato di introdursi all'interno della libreria Gusto Liberrima: in fuga dopo aver fatto scattare l'allarme, è stato preso dalla Polizia.


furto-liberrima

Ha tentato il colpo grosso in una delle librerie più rinomate della città, ma il sistema di allarme antifurto ha messo in fuga un malvivente solitario. E’ quanto accaduto questa notte a Lecce, nella centralissima via Vittorio Emanuele II, il famoso corso che collega Piazza Sant’Oronzo al Duomo cittadino.

Qui, un soggetto si è presentati nel cuore della notte davanti alla vetrina di Gusto Liberrima, succursale della nota e vicina libreria Liberrima, poco dopo le ore 5 del mattino. Le sue intenzioni erano chiare: sfondare la vetrina dell’esercizio e fare razzia.

Vetrina in frantumi, ma scatta l’allarme

Intenzioni, però, interrotte a metà dell’opera dal sistema di sorveglianza installato sul posto: dopo aver danneggiato la vetrata principale, infatti, è suonato l’allarme e, impaurito dall’arrivo di qualcuno, l’uomo ha preferito darsi alla fuga, senza toccare nulla dal negozio.

Più volte notato nel corso della notte

L’uomo però è stato acciuffato e a spigare i dattagli dell’operazione è la stessa Polizia. Intorno alle ore 03.00, infatti, una volante ha notato un giovane di colore che percorreva proprio Corso Vittorio Emanuele in direzione porta Rudiae. In un rapido scambio di battute con gli agenti, il ragazzo riferiva che stava per ritirarsi a casa sua a piedi. Dopo aver superato il giovane e aver fatto un ulteriore giro in zona, i poliziotti però lo hanno visto che invertiva la sua rotta, tornando verso Piazza Sant’Oronzo.

Ulteriormente insospettivi, gli operatori lo controllavano di nuovo ed il giovane ha spiegato di essere tornato indietro per aspettare un amico in quanto non aveva le chiavi di casa e, prima che si allontanasse dalla zona: questa volta però gli agenti hanno preferito identificarlo. Si trattava di un 18enne nigeriano, in regola con il permesso di soggiorno.

Alle ore 05.20, però, la centrale operativa ha ricevuto la segnalazione della vetrina danneggiata della libreria e,  visionando le telecamere del sistema di videosorveglianza presente, si accertava che a compiere il tentato furto era stato proprio il nigeriano fermato prima e compiutamente identificato che, pertanto risulta ora indagato. “Vi sono indagini in corso – spiegano dalla Questura – per accertare se egli sia anche l’autore di altri episodi analoghi accaduti in alcuni negozi del centro storico”.

Ultima modifica: 3 gennaio 2018 10:24

In this article