Forzano la porta per rubare da “Mamma Elvira”, ladri fuggono con un bottino da duemila euro

Hanno forzato la porta di ingresso e una volta dentro hanno rubato il contenitore del registratore di cassa: la visita da Mamma Elvira ha fruttato ai malviventi duemila euro in contanti.


auto-polizia

Duemila euro in contanti: tanto ha fruttato ad alcuni malviventi la “visita” da «Mamma Elvira», una nota enoteca che si affaccia su via Umberto I, nel cuore del centro storico di Lecce. Non è dato sapere il momento esatto del colpo, ma gli ‘sconosciuti’ che hanno presa di mira l’attività a due passi dalla Basilica di Santa Croce hanno scelto un orario insolito: sono entrati in azione quando l’attività era chiusa, in un range di tempo compreso tra le 14.30 e le 17.00 circa del pomeriggio. In pieno giorno, quindi.

Non solo, incuranti del fatto di essere in un punto frequentatissimo della città, hanno forzato la porta di ingresso senza essere notati e, una volta dentro, si sono diretti sull’obiettivo: il cassetto del registratore di cassa contenente, come detto, duemila euro. Bottino in mano, sono fuggiti via, facendo perdere le proprie tracce.

Una volta scoperto il furto, sul posto si sono precipitati gli agenti della sezione volanti che hanno avviato le indagini. Gli uomini in divisa proveranno a recuperare le immagini delle telecamere di videosorveglianza installate nella zona nella speranza di trovare indizi utili a risalire agli autori del gesto, l’ennesimo che si consuma in città

Ultima modifica: 26 febbraio 2018 8:38

In questo articolo