Molestie su due bambine? Indagato bidello per violenza sessuale

I quattro episodi contestati, si sarebbero verificati nel mese di maggio di quest'anno, in una scuola di un paese alle porte di Gallipoli



Avrebbe molestato due scolarette di appena dieci anni ed un bidello è finito sotto inchiesta con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Ė ciò che emergerebbe dai primi accertamenti condotti dalla Procura. Il pubblico ministero Luigi Mastroniani ha iscritto nel registro degli indagati un 63enne di un paese alle porte di Gallipoli. Le indagini hanno preso il via, dopo la denuncia presentata dai genitori delle bambine, presso i carabinieri della locale stazione.

I fatti denunciati

I quattro episodi si sarebbero verificati nel mese di maggio di quest’anno ed il collaboratore scolastico avrebbe “approcciato” le due piccole alunne di una scuola elementare, con la scusa di farle un massaggio. Nel primo caso, le presunte molestie si sarebbero verificate in luoghi diversi. Mentre la bambina era in sala mensa, il bidello si sarebbe avvicinato e avrebbe iniziato a molestarla con palpeggiamenti nelle parti intime. Lo stesso copione sarebbe stato messo in atto dall’uomo, quando ella si stava recando in bagno, uscendo dalla classe.
Anche l’altra scolaretta sarebbe stata pesantemente importunata dal bidello, in due circostanze.
In entrambe le occasioni, il 63enne avrebbe usato il pretesto del massaggio, per abusare di lei.
Approfittando del fatto che si stesse dirigendo in bagno, l’uomo si sarebbe avvicinato e avrebbe iniziato a “toccarla” , contro la sua volontà. Le due bambine sono state già sentite dagli inquirenti, nell’ambito dell’ascolto protetto alla presenza di una psicologa. Nel frattempo, sono in corso ulteriori accertamenti investigativi per verificare se, all’interno della scuola, il bidello abbia potuto molestare altre scolarette.

Ultima modifica: 15 giugno 2018 9:45



Partecipa alla conversazione

Partecipa alla conversazione