Nuova tragedia in Salento, si toglie la vita impiccandosi. Shock a Minervino di Lecce

L'uomo si sarebbe tolto la vita nella cantina della propria abitazione quando non erano presenti i familiari. A ritrovare il corpo la moglie. Da diverso tempo era disoccupato. Sempre ieri un cacciatore a Sanarica si sarebbe suicidato sparandosi un colpo di fucile.



Due tragedie si sono consumate a poca distanza l’una dall’altra in due paesi vicini. Non si era ancora spento l’eco della notizia di un cacciatore 51enne di Sanarica che aveva deciso di togliersi la vita in una campagna a pochi passi dalla strada provinciale per Poggiardo, che a qualche chilometro di distanza, un altro dramma ha sconvolto la comunità di Minervino di Lecce dove G.C. operaio 57enne si è impiccato nella cantina della sua abitazione, sulla stradina che si affaccia sulla piazza principale del paese. In quel momento era solo, in casa non c’era nessuno.
  
Non si sa, dunque, quanto tempo sia trascorso dall’inspiegabile gesto del 57enne a quando la moglie ha ritrovato il suo corpo esanime. La donna ha tagliato immediatamente la corda, ma non c’era più nulla da fare. Il suo cuore aveva già smesso di battere quando i sanitari del 118 hanno raggiunto l’appartamento e non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.
  
Sul posto anche gli uomini della locale stazione che hanno eseguito i rilievi del caso. Pochi dubbi che si sia trattato di un suicidio, anche se nessuno riesce a dare una spiegazione all’accaduto. Alla base del gesto potrebbero esserci problemi lavorativi. G.C., infatti, era senza lavoro da diverso tempo.
  
Scossa l’intera comunità di Minervino dove il 57enne, marito e padre di tre figli, era molto conosciuto. I funerali si svolgeranno questo pomeriggio nella chiesa madre di San Michele Arcangelo.
  
Poche ore dopo, un terzo episodio ha sconvolto il Salento intero. A Carmiano, un operaio 26enne si è tolto la vita nel bagno della sua abitazione, in via Stazione. A trovare il corpo quando ormai non c’era più nulla da fare è stato il padre, sotto shock.  Anche in questo caso, come i tristi precedenti, sono sconosciuti i motivi che hanno spinto il giovane ad un gesto così estremo. 

Ultima modifica: 23 agosto 2017 12:12

In questo articolo