Omicidio di Specchia, ecco come è stata uccisa la giovane Noemi

La 16enne, da quanto inizia a trapelare, sarebbe stata colpita con un masso. A ogni modo per il momento gli inquirenti rimangono abbottonati. Nella cittadina del Capo di Leuca proclamato il lutto cittadino.



È doveroso dire che, al momento, si tratta solo di ipotesi, ma la campagna dove è stato rinvenuto il corpo senza vita di Noemi racconta qualcosa dell’accaduto.
  
Secondo quanto trapela dalle prime  indiscrezioni, la ragazza sarebbe stata uccisa con un masso, non si sa se con un solo colpo rivelatosi mortale o se, il 17enne abbia inveito più volte sul corpo.  Fatto sta che  quando è caduta per terra ormai priva di vita, il giovane l’ha trascinata per pochissimi metri verso un muretto a secco e l’ha ricoperta di massi nel tentativo estremo e forse disperato di nasconderla.
  
È crollato l’ex fidanzatino e sarebbe stato lui a condurre sul luogo gli inquirenti che per il momento ancora non si sbottonano.
  
La giovane è stata trovata a pancia in giù e con gli stessi vestiti indossati quando è uscita da casa per salire sulla Fiat 500 del ragazzo e nel punto in cui è stata trovata presentava ancora segni di decomposizione, l’aria intorno era irrespirabile e un gruppo di curiosi ha esacerbato gli animi.
  
Il corpo senza vita della 16enne di Specchia è stato trasportato presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove l’aspettava la famiglia che non ha avuto la forza di avvicinarsi al luogo del crimine.
  
Il masso con cui presumibilmente sarebbe stata uccisa è stato posto sotto sequestro per essere esaminato dai militari del Ris per ulteriori verifiche.
  
Intanto a Specchia è in programma una manifestazione per commemorare la 16enne e l’Amministrazione Comunale ha indetto da oggi fino al giorno del suo funerale il lutto cittadino.

Ultima modifica: 15 settembre 2017 18:03

In questo articolo