Ore di apprensione per Noemi. Sorgono gruppi di volontari per aiutare nelle ricerche

Oltre alle incessanti ricerche avviate dalle forze dell'ordine, si aggiungono anche quelle degli amici di Noemi. Dei gruppi spontanei di volontari che stanno vagliando ogni angolo di Specchia affinché si possa ricavare qualche indizio utile.



Tutta la comunità di Specchia sta vivendo momenti piuttosto difficili. Di Noemi, la giovanissima ragazza originaria del grazioso paesino situato nel sud Salento, ancora nessuna notizia. Si sarebbe allontanata da casa alcuni giorni addietro senza cellullare, né denaro. Nemmeno dei vestiti di ricambio. E da allora, purtroppo, non sono sopraggiunte novità. La madre ha sporto denuncia di scomparsa ed è assistita dal legale Mario Antonio Blandolino.

C'è da dire che sia i Carabinieri della stazione locale – supportati dai colleghi della Compagnia di Tricase –, sia alcuni gruppi di volontari, stanno continuando incessantemente con le ricerche. Amici e compagni di scuola (frequenta l'istituto 'Don Tonino Bello' di Tricase-Alessano) nelle ultime ore stanno spontaneamente girando in lungo e in largo onde ricavare qualche indizio da poter consegnare agli esperti. D'altro canto, l'intero territorio nazionale è sotto la lente d'ingrandimento delle autorità competenti, visto che le dovute segnalazioni hanno raggiunto anche la Prefettura, la Questura e la Protezione Civile.

Sul web, in particolare tramite social network, la sua foto sta facendo il pieno di condivisioni e appelli affinché chiunque avesse informazioni che potrebbero risultare utili, possa farsi avanti, aiutando così le forze dell'ordine nel loro lavoro. Internet è un mezzo che, in circostanze del genere, può davvero risultare utile, consideranto l'infino bacino d'utenza raggiungibile.

Anche un piccolo dettaglio, pure quello che magari sembra insignificante, invece in casi come questi diventa fondamentale.

Ultima modifica: 15 settembre 2017 17:59

In questo articolo