Quartiere ‘Ferrovia’: nella serata di ieri ancora controlli, ma stavolta non si segnalano reati

Risultato sorprendente, ieri, in occasione dei controlli di sicurezza presso il quartiere Ferrovia: nessuna forma di illegalità. Gli agenti, dunque, si sono spostati nei pressi del quartiere 'San Pio', ma solo per delle verifiche di natura amministrativa.



Ancora una volta nella tarda serata di ieri è sceso in campo il dispositivo di sicurezza – voluto dal Questore di Lecce Leopoldo Laricchia – al fine di contrastare le varie forme di illegalità diffusa nel quartiere “Ferrovia”. All’esito delle attività di controllo del territorio nella zona circoscritta dal dispositivo, il risultato è stato sorprendente: nessuna forma di illegalità per strada nel quartiere “Ferrovia”. Tale condizione di percepita sicurezza nell’area interessata dai controlli già da diverse settimane, ha reso necessario dirottare il dispositivo di sicurezza in un’altra zona della città, anch’essa spesso, oggetto di preoccupazione sociale a causa del verificarsi di eventi di illegalità diffusa per strada ed ai danni dei residenti.
 
Il quartiere attenzionato, più vicino alla stazione ferroviaria, è stato quello di “San Pio” ed i risultati conseguiti hanno riguardato il  sequestro di un motoveicolo condotto da persona in possesso di patente prevista per categoria di veicolo diversa; un controllo amministrativo, e dei relativi avventori, di un negozio di generi alimentari che è stato sanzionato per aver venduto oltre all’orario previsto delle ore 23.00alcolici in bottiglie di vetro (lo stesso esercizio commerciale è stato poi anche diffidato ad esibire, all’organo competente per il controllo amministrativo, la documentazione che al momento del controllo non è stata riscontrata in loco).
 
Ed infine il controllo di cinquanta persone – di cui diciotto con precedenti penali –, di 318 targhe e la contestazione di cinque violazioni al codice della strada.
 
Il buon risultato riscontrato dagli agenti della Questura di Lecce in occasione dei servizi di controllo del territorio nel quartiere “Ferrovia”, tuttavia, non fermerà l’operazione legalità diffusa: ad oltranza che, evidentemente, proseguirà anche nei prossimi giorni.

Ultima modifica: 23 agosto 2017 11:45

In questo articolo