Sacerdote scompare nel nulla, dopo 24 ore la triste scoperta: trovato morto nella sua campagna don Pantaleo Mastrolia

Triste scoperta questa mattina a Sternatia: un sacerdote è stato ritrovato morto in un terreno di sua proprietà, dopo ore di ansia senza avere sue notizie. Si tratta di don Pantaleo Mastrolia, già parroco della chiesa San Giovanni Battista di Lecce.



Di lui non si avevano notizie da circa ventiquattro ore, da quando cioè alcuni parrocchiani lo avevano incontrato e salutato. Poi don Pantaleo Mastrolia sembrava essere sparito nel nulla: nessuna risposta alle chiamate, nessuna sua presenza segnalata in alcun luogo, fino alle prime luci dell’alba di oggi, quando però era già troppo tardi.
 
È morto di infarto, tra la terra di una campagna di sua proprietà di Sternatia, paese di origine, don Pantaleo, già parroco presso la chiesa intitolata a San Giovanni Battista di Lecce e cappellano della casa di riposo “Villa Salento”.
76 anni, il cadavere del sacerdote è stato ritrovato in un fondo di sua proprietà: le ricerche erano state sollecitate dalle sorelle dell’uomo che, preoccupate per l’assenza di notizie, hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine.
 
La triste scoperta questa mattina all’alba: sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Soleto che altro non hanno potuto che constatare il decesso. La causa della dipartita, molto probabilmente, un infarto che ha colto l’uomo all’improvviso.
 
Don Pantaleo è stato uno dei sacerdoti più noti e apprezzati della curia leccese: ha preso i voti il 24 settembre del 1967 e per anni è stato vice parroco della parrocchia di Santa Rosa a Lecce, al fianco del futuro Cardinale De Giorgi. Ha visto crescere generazioni di leccesi e salentini che a lui erano particolarmente legati. Tanta adesso, quindi, la commozione per la triste notizia.

Ultima modifica: 15 settembre 2017 11:45

In questo articolo