Scontro mortale nella notte sulla Calimera-Caprarica, perdono la vita due giovani di San Donato e Galugnano

Il sinistro avvenuto intorno alle due sull'arteria strada che collega i due comuni. A perdere la vita un ragazzo di 24 anni di San Donato e una ragazza 23enne di Galugnano. Sconcerto espresso dal sindaco di San Donato Ezio Conte.



Si apre nel peggiore dei modi, con la notizia di un sinistro stradale mortale, il primo fine settimana del mese di novembre.
 
Teatro della tragedia la Strada Provinciale Calimera-Caprarica, nei pressi di Castrì, dove, intorno alle 2.00 della nottata appena trascorsa, due giovani, un ragazzo e una ragazza, hanno perso la vita in un incidente. I loro nomi: si tratta di Francesco Pio Conte e Serena Ingrosso.
 
Saranno le indagini a chiarire ogni aspetto, ma da una prima ricostruzione sembrerebbe che i giovani, lui 24 anni, lei di un anno più piccola, una volta evaso lo stop per immettersi sull’arteria stradale, siano stati travolti da un’autovettura. Forse una precedenza non rispettata o un errore di distrazione. L’impatto ad ogni modo è stato violentissimo e letale per i due che hanno perso la vita sul colpo, all'interno della loro Mini Cooper. L'altro mezzo coinvolto nel sinistro era un'Alfa, con alla guida un 30enne.
 
Sul posto, una volta dato l’allarme, sono giunti i sanitari del 118, ma al loro arrivo per i due non c’era più nulla da fare. Sul luogo del sinistro anche i Carabinieri della Stazione di Calimera tutt’ora impegnati a compiere i rilievi del caso per stabilire con esattezza la dinamica dell’accaduto.
 
I corpi delle due vittime, di San Donato l'uno, di Galugnano l'altra, si trovano al momento all'interno della camera mortuaria dell'ospedale 'Vito Fazzi'. Nello stesso nosocomio si trova ricoverato anche il conducente dell'Alfa: i medici si sono riservati la prognosi.
 
Sconcerto e sgomento sono espressi e nome dell'interna cittadinaza dal sindaco di San Donato Ezio Conte: 'appena giunto a Roma mi hanno informato della tragica notizia. Conoscevo i due ragazzi e non ho parole per commentare l'accaduto. Prenderò immediatamente il primo aereo per essere vicino alla mia comunità e alle famiglie dei due giovani in questo momento di profondo dolore'.

Ultima modifica: 23 agosto 2017 12:52

In questo articolo