Sorpresi dalle telecamere nell’impianto fotovoltaico, furto sventato dai vigilantes

Attraverso le telecamere di videosorveglianza collegate all’istituto di vigilanza BCS Security, gli operatori hanno potuto notare due individui sabotare alcuni pozzetti in un impianto fotovoltaico di Vitigliano. Sul posto, per i rilievi del caso, anche i carabinieri.



Nei loro piani, con ogni probabilità, c’era un colpo all’interno dell’impianto fotovoltaico situato a Vitigliano, frazione del Comune di Santa Cesarea. A quanto pare, però, non avevano preventivato l’intervento immediato dei vigilantes, la cui celerità è stata tale da impedire il furto.

pozzetti-cavi-elettrici
Un pozzetto con all’interno i cavi elettrici

Sorpresi dalle telecamere collegate

Gli uomini appartenenti all’istituto di vigilanza provinciale BCS Security, infatti, attraverso le telecamere collegate stavano notando due individui intenti a sabotare i pozzetti, dentro cui si trovavano dei cavi elettrici. Grazie all’ausilio dell’occhio “elettronico” – strumento sempre più utile alle forze dell’ordine nell’attività di prevenzione degli episodi di natura predatoria – la vigilanza salentina ha potuto notare tutto e, dunque, raggiungere il posto.

L’arrivo dei carabinieri

A quel punto, capendo che quanto pianificato non sarebbe più stato realizzato, entrambi i soggetti sorpresi dalla videosorveglianza si sono dileguati prima che sopraggiungessero gli operatori della BCS Security. Assieme a loro, c’erano anche i Carabinieri per i rilievi del caso.

Ultima modifica: 6 dicembre 2017 8:56

In questo articolo