Tragedia di fine estate a San Foca, muore tra le onde turista padovano

La tragedia si è consumata in una spiaggia libera della marina di Melendugno, mentre erano in corso le operazioni per rimettere in mare le tartarughe.



Si è conclusa con una tragedia la mattinata di oggi nel mare di San Foca. Mentre erano in corso le operazioni per rimettere in mare alcune tartarughe caretta caretta le cui uova nel corso dell’estate si sono schiuse sulla spiaggia salentina, è scattato l’allarme. Un uomo era in mare e sembrava in difficoltà tra le onde.

Lo specchio d’acqua era agitato a causa del vento di tramontana e le operazioni di soccorso non sono state facili. Ad essere recuperato privo di vita è stato un turista di origini mantovano, Guido Barbieri, in vacanza nel Salento con la famiglia.

L’allarme è partito proprio dalla moglie che non vedeva giungere il marito sulla spiaggia dopo aver fatto il bagno.

A buttarsi in mare un altro turista che era sulla spiaggia e che con non poche difficoltà ha riportato a riva l’uomo.

Gli operatori del 118 che sono giunti sul posto hanno tentato di effettuare tutte le azioni necessarie per tentare di salvare la vita al 70enne. Ad essere presenti sul luogo dei fatti anche gli uomini della Guardia costiera che stavano presidiando la liberazione delle tartarughe da parte degli addetti del Museo naturale di Calimera.

Purtroppo, però, nonostante i tentativi di rianimazione, per l’uomo non c’era più nulla da fare. La salma è stata condotta presso la camera mortuaria del Vito Fazzi di Lecce.

La causa della morte è stata con molta probabilità un malore che non ha lasciato scampo in acqua.

Ultima modifica: 12 settembre 2018 12:17

In questo articolo


Partecipa alla conversazione

Partecipa alla conversazione