Tragedia sulla Lecce-Gallipoli: due morti e diversi feriti nello scontro tra un’ambulanza e un tir

Una tragedia si è consumata da pochi minuti sulla statale Lecce Gallipoli. Un autocarro ha sfondato il guard rail e travolto le auto che transitavano in direzione opposta. In due hanno perso la vita.

È ancora la strada statale 101 che collega Lecce a Gallipoli a fare da teatro ad un terribile incidente mortale. A perdere la vita, a pochi passi dallo svincolo per Lido Conchiglie, sono state due persone che si trovavano a bordo di un’ambulanza del 118; il conducente del mezzo di soccorso, Gimmy Manni, 60enne di Taviano e il paziente Luigi Durante, 80enne di Nardò. La terza passeggera, la giovane infermiera Valentina Leo, è in condizioni disperate. I medici non si sbottonano, stanno valutando la gravità delle ferite riportate: un trauma toracico e cranico. Anche un medico che si trovava a bordo è stato accompagnato in Ospedale, ma il suo quadro clinico non desterebbe particolare preoccupazione.

La dinamica dell’incidente

Un paziente doveva essere trasferito dall’ospedale di Gallipoli al “Vito Fazzi” di Lecce, ma durante il tragitto verso il capoluogo salentino un autocarro che percorreva la statale in direzione Gallipoli e che, con buona probabilità, viaggiava a velocità sostenuta, ha perso il controllo del veicolo e sfondato il guard-rail, invadendo la carreggiata opposta al senso di marcia e travolgendo completamente la rete di protezione e l’ambulanza che transitava in quella direzione, insieme ad un altro veicolo che seguiva che ha rischiato seriamente di precipitare dal viadotto. L’impatto ha provocato una collisione tanto forte da distruggere i mezzi. Hanno perso la vita, quasi certamente sul colpo, il conducente dell’ambulanza ed il paziente che doveva essere trasportato al Fazzi per una “consulenza”. Grave, invece, l’infermiera che si trovava a bordo, arrivata al Vito Fazzi in codice rosso. 

Incidente-mortale-ss101-Lecce-Gallipoli
Terribile l’impatto dell’ambulanza con il Tir che ha sfondato il guard-rail invadendo la corsia opposta

I soccorsi

Una collisione violentissima che ha generato un effetto domino con lievi tamponamenti a catena nella colonna di auto che seguiva i mezzi incidentati. Un incolonnamento lungo chilometri, disagi e terrore in tutti gli automobilisti che hanno assistito alla tragedia. Al momento i soccorsi stanno verificando le condizioni di salute di tutti i passeggeri coinvolti nel triste epilogo, tuttavia è certo che per due di loro non ci sia più nulla da fare.

Incidente-mortale-lecce-gallipoli
Ad avere la peggio, nell’incidente. sono stati i passeggeri dell’ambulanza

Il secondo incidente

Come prassi vuole, per permettere ai soccorsi di intervenire prontamente e procedere alla rimozione dei veicoli, il traffico è stato deviato su una strada secondaria, lo svincolo per Sannicola, ma anche qui si è verificato un sinistro che poteva aggravare il bilancio delle conseguenze dello sconto, già tragiche: uno dei camion ha imboccato la rampa, a velocità sostenuta, sbattendo sulle auto incolonnate. Nel tamponamento a catena, nessuno è rimasto ferito.

Ultima modifica: 24 ottobre 2017 21:43

In questo articolo