Una “fabbrica” di marijuana nella ex carrozzeria: condannato a sette anni

La condanna prevede anche il pagamento di una multa di 30mila euro. Il 12 dicembre del 2015, Giovanni Carofiglio 54enne originario di Bari ma residente a Copertino, fu arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Lecce.


arrest-droga

Accusato di avere allestito una vera e propria coltivazione “industriale’ di marijuana, viene condannato a 7 anni di reclusione.

Il giudice monocratico Alessandra Sermarini ha ritenuto Giovanni Carofiglio, 54enne originario di Bari ma residente a Copertino, colpevole del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. Non solo, poiché la condanna prevede anche il pagamento di una multa di 30mila euro. In precedenza, il vpo d’udienza Antonio Zito ha invocato la stessa pena.

L’arresto

Il 12 dicembre del 2015, Carofiglio venne arrestato dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecce su richiesta del pm Elsa Valeria Mignone.
Nel deposito di una ex carrozzeria preso in affitto dall’imputato, erano presenti 8 piante di altezza media di marijuana, 77 piante di altezza grande, 145 piantine interrate in bicchieri di plastica, 89 vasi in plastica con la radice e parte del fusto della pianta di marijuana recisa.
Oltre a questo 16 buste in plastica del tipo shopper contenenti in totale 600 grammi lordi di marijuana, un involucro in cellophane contenente un pezzo di hashish del peso di 29 grammi, 5 scatole contenenti semi di marijuana, un bilancino elettronico, una bilancia digitale, un estrattore in metallo di forma cilindrica utilizzato per estrarre cannabis.
L’intero materiale venne immediatamente posto sotto sequestro.

Le indagini

Carofiglio, nei giorni precedenti, è stato notato aggirarsi in un terreno sulla strada che da dalla frazione di Magliano conduce a Carmiano ed entrare, subito dopo, in alcuni tendoni da campeggio adibiti a serre. A quel punto si e deciso di effettuare una perquisizione dei locali e all’interno degli stessi la sorpresa: una vera e propria coltivazione “industriale’ di marijuana.
Oltre a quanto elencato in precedenza, nel luogo della perquisizione, all’interno di un congelatore, vi erano 4 buste in plastica contenenti 2,600 di marijuana kg., dentro un secchio sono stati rinvenuti, inoltre, tre secchi di tela plastificati contenenti un impasto di marijuana pari al peso di 1,600 kg., dentro a uno sgabuzzino adibito a camera da letto dell’arrestato sono stati ritrovati due pezzi di fumo di marijuana del peso di 20 grammi.

In poche parole una vera e propria fabbrica dotata di impianto di aerazione e riscaldamento. Il 54enne custodiva la sua grande coltivazione dormendo su un giaciglio ricavato all’interno di uno ripostiglio in cui custodiva alcune piante di marijuana.

Carofiglio, ascoltato dagli inquirenti, ha dichiarato la droga era per uso personale.

Ultima modifica: 19 dicembre 2017 11:29

In questo articolo