Il Capo di Gabinetto del Miur: ‘In Puglia ci sono scuole di eccellenza’. E Tricase si stringe intorno al Don Tonino Bello

Iniziativa dell'istituzione scolastica diretta dalla dirigente Anna Lena Manca che dopo un convegno su 'Innovazione, Istruzione e Lavoro nel Capo di Leuca' ha presentato in Piazza Pisanelli le novità della sua scuola.



Metti una sera d’estate, una sera in cui Tricase, la capitale del Sud Salento, quella città che se riuscisse ad accorpare tutti i piccoli comuni del Capo di Leuca diventerebbe in un sol colpo uno tra i centri urbani più importanti del Sud Italia, si ritrova intorno ad una sua scuola nel salotto bello di casa, in quella Piazza Pisanelli su cui si affaccia il meraviglioso Palazzo Gallone.

Metti una serata così, in cui la scuola, il Don Tonino Bello diretto dalla preside Anna Lena Manca, i suoi docenti, il suo personale tecnico amministrativo, i suoi collaboratori e soprattutto i suoi studenti, non hanno paura di osare e mettono in piazza un anno di lavoro, di idee, di progetti, di programmi, di sogni, di aspettative, di lacrime e di gioia.

Sfilate con abiti realizzati e indossati dalle studentesse e dagli studenti dell’indirizzo ‘Abbigliamento e Moda’, intervalli musicali di qualità grazie alla Street Band della scuola messa in piedi sotto il coordinamento del prof. Andrea Gargiulo, premiazioni per i famosi giochi di Sallentia, video su tutti gli eventi messi in cantiere dall’Istituto di istruzione secondaria superiore, a cominciare dalle iniziative contro la mafia e a sostegno della legalità (il Don Tonino Bello è presidio di Libera sul territorio), tra tutte quelle legate alla Leucadia Blu, il veliero sequestrato ai malviventi e affidato in custodia giudiziale alla scuola affinchè gli allievi dell'indirizzo Nautico possano esercitarsi…Insomma non è mancato proprio nulla. A fare il suo primo saluto ufficiale in piazza anche il neoeletto sindaco, Carlo Chiuri.

Lo spettacolo è stato realizzato in una piazza gremita dopo che nelle Scuderie di Palazzo Gallone, la Preside Anna Lena Manca aveva coordinato un dibattito dal titolo ‘Innovazione, Istruzione e Lavoro nel Capo di Leuca ‘, al quale hanno preso parte, tra gli altri, il Capo di Gabinetto del MIUR, Sabrina Bono, il Direttore Regionale dell’Ufficio Scolastico della Puglia, Anna Cammalleri, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce, Enzo Nicolì , il capo di Gabinetto della Provincia di Lecce, Antonio Del Vino, l’Assessore Regionale con delega alla Formazione e Lavoro – Politiche per il lavoro, Diritto allo studio, Scuola, Università, Formazione Professionale, Sebastiano Leo e tanti sindaci del territorio: dall’appena eletto a Tricase Carlo Chiuri ai primi cittadini di Andrano, Morciano di Leuca, Corsano e Salve.

‘La scuola pugliese è una scuola di eccellenza – ha detto Sabrina Bono -. Smettiamola con la storia del sistema formativo a due velocità: nord e sud agli antipodi. Niente affatto. Posso dirvi che la Puglia e il Salento sono presenti da protagonisti in tutti i progetti del Ministero e questo non potrà che avere grandi ricadute culturali sia nel presente che nel futuro’.

‘Ogni  anno perdiamo 10mila iscritti in Puglia – ha detto nel suo intervento Anna Cammalleri -, purtroppo il calo, anzi il crollo, della natalità incide tanto sul nostro mondo. Del resto è un dato che ogni nucleo familiare nella nostra regione sia composto da 2,5 persone: già…è composto da madre, padre e mezzo figlio!!! Vuol dire che ci sono coppie che non pensano più a mettere al mondo figli, probabilmente perché le condizioni sociali attorno non favoriscono questa scelta. Eppure, malgrado questo, malgrado tutto ciò, la scuola pugliese va avanti, la scuola pugliese cresce, la scuola pugliese porta avanti la sua missione con determinazione e una buona dose di coraggio’.

Ultima modifica: 23 agosto 2017 11:41

In questo articolo