Il talento delle donne in un ‘Percorso d’autore’: rassegna culturale a Galatone il 23 Aprile

Dal 23 Aprile al 4 Giugno prevista la rassegna 'Percorsi d'autore. Il talento della donna'. Al centro, storie di donne che con determinazione e coraggio hanno lasciato e lasciano ancora un segno tangibile mettendo a disposizione il proprio talento.


Storie di donne che con determinazione e coraggio, professionalità e creatività, fiducia e perseveranza, hanno lasciato e lasciano il segno tangibile della propria esperienza mettendo a disposizione degli altri il proprio talento. Riecco dunque a Galatone “Percorsi D’autore. Il talento della donna” (23 aprile – 4 giugno) insieme a Graziella Lupo Pendinelli, Carolina Bubbico, Annamaria Colomba, Maria Pompea Vergaro e Rosaria Ricchiuto: filosofia e fotografia, musica, teatro, letteratura e critica letteraria, divengono strumenti del talento, espressione di quella energia creativa che fa emergere la vera natura, l'impronta irripetibile. “Per "Il talento della donna" – scrive in una nota Sondra Dall’Oco, Assessore alla Cultura del Comune di Galatone – ringrazio le associazioni L'officina delle parole e Teatro Solatia, l'attore Daniele Panarese, i relatori Emanuele Gatto, Luigi Grasso, Pompea Vergaro, Raffaella Verdesca”.

La rassegna riparte domenica 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore istituita dall'Unesco a partire dal 1996, sulla base di una tradizione catalana, con il fine di promuovere e incoraggiare il piacere della lettura e di tutelare i diritti del copyright proteggendo la proprietà intellettuale. I nuovi Percorsi d'Autore riconducono al progetto dello scorso anno "Galatone verso un nuovo umanesimo: autori, testi, idee, voci" (18 marzo – 6 luglio 2016) rivolto alla riscoperta dell'individuo quale artefice del proprio destino, capace di rinnovarsi attraverso lo studio, l'esperienza, ma soprattutto il ripiegamento su se stesso, alla continua ricerca di valori etici e civili, pilastri della società che vuole promuovere la rinascita civile e culturale, prima ancora che economica, anzi suo presupposto.

Per il 2017 l’assessorato alla Cultura ha inteso promuovere due momenti di riflessione. II primo ha riguardato la riscoperta dei luoghi della memoria e della storia collettiva. Conoscere i luoghi della propria storia equivale a vivere consapevoli il presente e a immaginare e costruire il futuro in armonia con se stessi e con gli altri. Sono nati così i "Paesaggi e passeggi di ieri e di oggi" (26 maggio, 2 e 8 aprile) con gli autori Stefano Calò, Silvana Francone e Riccardo Viganò che ci hanno guidato tra i percorsi extramoenia Doganieri, Tabelle, Spisari, Morige e Luna. 

Per tutto il progetto preziosa la collaborazione dell'Osservatorio permanente europeo sulla Lettura, nella persona del presidente della sezione leccese Carlo Alberto Augieri, e dell'associazione Open your mind.

In particolare per i "Paesaggi e passeggi di ieri e di oggi" anche di Ecomuseo dei sentieri Galatei e della Valle dell'Asso, del Laboratorio Rurale Luna, di Terracunta, dell'artista Massimiliano Però, e dei relatori Marco Cavalera, Stefano Cortese, Federica Pano, Francesco Danieli, Matteo Baronetti, Stefano Calò, Valentina Pagano e Eda Kulja.

Ultima modifica: 23 agosto 2017 11:58

In questo articolo