Concorso scuola 2018, cambia il modo di diventare docenti. Come acquisire i 24 CFU con Cris

Per poter partecipare al concorso scuola 2018 occorre conseguire 24 crediti formativi. Il Cris di Poggiardo presenta la sua offerta.



In base alla riforma della scuola, si dirà addio al famigerato “precariato”. Sì, perché il sistema di ingresso e il modo di diventare docenti titolari di cattedra sono cambiati.

L’unico sbarramento è il superamento del concorso pubblico, che sarà indetto ogni due anni in base al fabbisogno delle scuole.

I decreti attuativi della “Buona Scuola”, ovvero la legge 107 del 13 luglio 2015, prevedono che i laureati potranno partecipare ai concorsi, purché ne abbiano i requisiti: ovvero abbiano superato alcuni esami, per 24 crediti in totale, di pedagogia e didattica.

Come si conseguono i 24 CFU

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato il decreto n.616 del 10 agosto 2017, con il quale si indicano le modalità di conseguimento dei 24 crediti.

L’offerta del CRIS

Nell’ambito delle attività formative per l’anno accademico 2018/2019, CRIS ha siglato una convenzione con l’Università “G.Fortunato” avente ad oggetto: Corsi singoli di insegnamento finalizzati all’acquisizione dei 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche, validi come requisito di accesso al Concorso 2018.

I CFU da possedere sono attinenti ai seguenti settori scientifico-disciplinari:
(M-PED/03) – 6 CFU – Pedagogia speciale e didattica dell’inclusione
(M-PED/04) – 6 CFU – Metodologie e tecnologie didattiche
(M-DEA/01) – 6 CFU – Antropologia Culturale e Sociale
(M-PSI/04) – 6 CFU – Psicologia Scolastica

I corsi singoli sono proposti in modalità blended, cioè una modalità mista che prevede lezioni frontali e lezioni on-line, con esame finale in presenza. Sì, perché, in base al decreto n.616, 12 CFU possono essere acquisiti in modalità frontale e gli altri in modalità online

E’ possibile iscriversi anche per corsi singoli, per 6, 12 o 18 CFU, sostenendo i suddetti oneri (che non vanno confusi con i 24 CFU). (Es. i laureati in Giurisprudenza, devono prima verificare che nel proprio percorso accademico pregresso, abbiano assolto ad alcuni dei CFU previsti per la classe di concorso in Diritto ed Economia (A-46) alla quale aspirano; pertanto, devono prima integrare gli esami mancanti – es. statistica – politica economica – economia aziendale/politica – e successivamente, iscriversi ai corsi singoli per i 24 CFU).

Quando partono le lezioni

Le lezioni partiranno ad ottobre e termineranno entro i primi mesi del 2018, per consentire agli aspiranti docenti di poter accedere al concorso previsto per la primavera del 2018.Si badi, i corsi non sono finalizzati al rilascio di un titolo di abilitazione all’insegnamento, ma soltanto di un certificato con gli esami sostenuti, condizione imprescindibile per partecipare al nuovo modello di reclutamento e formazione dei docenti della scuola secondaria di II grado.

I servizi Cris

I Servizi Cris, previsti per il percorso formativo dei 24 (e di tutti gli altri corsi e percorsi formativi) sono vari: tutoraggio, ricevimenti in vista degli esami; materiale didattico costituito da libri di testo, dispense ed esercitazioni ai fini della preparazione all’esame, Cris Assistance in prossimità della data d’esame, lezioni in dvd, orientamento studenti, segreteria.

Ultima modifica: 14 novembre 2017 14:38

In this article