In mille tra atleti e maratoneti ai nastri di partenza: seconda edizione della “Maratona del Barocco”

Seconda edizione della Maratona del Barocco “memorial Antonio Fatano”. In mille tra atleti e maratoneti ai nastri di partenza. Iniziativa presentata stamattina a Palazzo Carafa.


Maratona-del-barocco

Una vetrina importante per il capoluogo salentino, sempre più terra di incontro sportivo e, dunque, anche culturale. Si svolgerà domenica 26 novembre la seconda edizione della Maratona del Barocco “Memorial Antonio Fatano” organizzata dall’associazione sportiva Gpdm (grandi podisti del Mediterraneo) insieme al Comune di Lecce. La gara podistica sulla distanza di 42,195 km che partirà alle 9 da Piazza Sant’Oronzo si snoderà tra le vie del centro cittadino, attraversando le piazze e le vie più suggestive della città per poi spostarsi in periferia e raggiungere la marina di San Cataldo dalla quale gli atleti faranno ritorno sulla strada panoramica del “Fondone” per riguadagnare il centro città e tagliare il traguardo ancora in Piazza Sant’Oronzo.

Partecipa Giorgio Calcaterra

Sono 600 gli atleti che parteciperanno, espressione di 148 diverse società sportive provenienti da provenienti da 18 regioni italiane. Tra loro Giorgio Calcaterra, campione mondiale sulla distanza dei 100 km, indiscusso protagonista della celebre gara podistica “100 chilometri del Passatore”. Le altre presenze della nazionale italiana che prenderanno parte alla Maratona del Barocco saranno la ultra maratoneta Elisabetta Albertini, vincitrice della 100 km Internazionale di Vienna e la maratoneta Paola Salvatori  vice campionessa italiana 2016 di Maratona.

“Corri e Cammina nel Barocco”

Accanto ai maratoneti ci sarà spazio per gli amatori e per i semplici amanti della passeggiata tra le vie del Barocco. Dopo la maratona partirà infatti la “family run”, che ad oggi conta più di 400 iscritti, la non competitiva Corri e Cammina nel Barocco che si svilupperà sulla distanza di 10 km alla quale sarà possibile iscriversi fino a domenica mattina. Grazie al progetto di crowdfunding “Insieme si Può”, quest’anno anche le persone con disabilità potranno partecipare alla family run senza alcun disagio: la raccolta fondi sul sito buonacausa.org, lanciata negli scorsi mesi dall’associazione Gpdm ha infatti dato i suoi frutti e saranno a disposizione gli accessori utili per attrezzare le carrozzine al percorso di gara.

Sicurezza

La Polizia Locale di Lecce, l’Ufficio Ambiente, l’Ufficio Traffico e la Protezione Civile supporteranno la buona riuscita della manifestazione in termini di sicurezza e decoro urbano. Per coprire i 42 chilometri del percorso è stato necessario lavorare anche in sinergia con la polizia municipale di Vernole che ha generosamente consentito l’utilizzo di proprie risorse. L’organizzazione ha messo a disposizione circa 40 volontari coinvolgendo associazioni sportive e ciclistiche leccesi che hanno accettato di far parte dello staff.

Importante attrattore turistico

“Invito i leccesi ad appassionarsi a questa giornata di festa e di sport che, necessariamente, comporterà anche la qualche lieve disagio nella mattinata di domenica – dichiara il sindaco Salvemini – ospitare una maratona è uno sforzo importante che il Comune sostiene grazie all’impegno dei suoi uffici, dallo Sport, all’Ambiente, al Traffico, alla Polizia Locale in vista di una definitiva maturazione dell’evento nei prossimi anni, perché pensiamo abbia le potenzialità per produrre ricadute positive considerevoli per la città”.

“La maratona può diventare un attrattore turistico e culturale importante in un momento di  bassa stagione – ha dichiarato in conferenza stampa l’assessore allo Sport Paolo Foresio – abbiamo già ottimi riscontri su prenotazioni e presenze in città per il fine settimana e puntiamo a far meglio nelle prossime edizioni”.

La maratona è stata presentata da Simone Lucia, presidente dell’associazione sportiva Gpdm: “Siamo la prima maratona per numero di partecipanti a Sud di Roma – dichiara – e la presenza di Giorgio Calcaterra conferma la rilevanza sportiva di questo evento. Ringrazio la città per come ha risposto agli sforzi organizzativi che abbiamo profuso e confido nel fatto che anche i leccesi che non correranno in prima persona sostengano questo evento rispettando le interruzioni temporanee del traffico e applaudendo gli atleti di tutta Italia”.

Il trofeo Steel Your Life

Presente anche Steel Your Life che ha presentato il suo “trofeo”, una statuetta da consegnare, insieme ad un premio di 500 euro, alla prima donna che arriva al traguardo in meno di 2h 45 minuti.

Il trofeo Steel Your Life
mappa-maratona.jpg
La mappa della maratona

Il percorso della Maratona

Partenza ore 9.00 da piazza S. Oronzo, con proseguimento in via S. Trinchese, da via Templari a via F. Cavallotti, via F. Cavallotti (corsia interna), via S. Francesco d’Assisi (corsia interna), via G. Garibaldi (corsia interna), via XXV Luglio, viale G. Marconi, viale F. Lo Rè, viale Gallipoli, viale dell’Università, viale F. Calasso, piazza dei Bastioni, viale M. De Pietro, via di Porcigliano, via G. Arditi, via N. Sauro, piazza G. Mazzini, tratto compreso tra via N. Sauro e via Monte San Michele, via S. Trinchese, via G. Zanardelli, via G. Oberdan, via A. Lamarmora, via M. Schipa, via G. Casotti, piazza Congedo, via G. A. Coppola, viale Don Minzoni, via L. Salomi, via E. Toti, via Leuca, viale Otranto, viale F. Cavallotti, via F. Cavallotti (corsia interna) dall’intersezione con via F. Bacile,  via San Francesco D’Assisi (corsia interna), via G. Garibaldi (corsia interna), via XXV Luglio, via G. Matteotti,  piazza S. Castromediano, via F. Rubichi, via L. Prato, via  G. Palmieri, piazzetta V. Ajmone, piazzetta A. Rizzo, via Adua, compresa area a parcheggio dell’ex Arena Aurora sino a Porta Rudiae, via G. Libertini (contromano), via Vittorio Emanuele (contromano),  p.zza S. Oronzo, via S. Trinchese, da via Templari a via XXV Luglio, viale G. Marconi, viale F. Lo Rè,  viale Gallipoli, viale dell’Università, viale F. Calasso, piazza dei Bastioni, viale M. De Pietro, via di Porcigliano, via G. Arditi, via Imperatore Adriano, via del Mare, viale della Libertà, Strada Provinciale 364 Lecce-San Cataldo, via A. Desio, Strada Provinciale 298 San Cataldo-Lecce, via della Cavalleria, via Lodi, viale A. Moro, via Potenza, via Cagliari, piazza Madree Teresa di Calcutta, via Quarta, viale della Libertà, via del Mare, via Imperatore Adriano,  via S. Francesco d’Assisi,  via G. Garibaldi, via XXV Luglio, via G. Matteotti,  piazza S. Castromediano, via F. Rubichi, via L. Prato, via  G. Palmieri, piazzetta V. Ajmone, piazzetta A. Rizzo, via Adua, compresa area a parcheggio dell’ex Arena Aurora sino a Porta Rudiae, via G. Libertini (contromano), via Vittorio Emanuele (contromano), con ARRIVO in piazza S. Oronzo entro le ORE 15,00;

Ultima modifica: 23 novembre 2017 16:45

In questo articolo