Grave lutto nella politica salentina, scompare l’assessore regionale al welfare Totò Negro

La politica piange per la morte dell’assessore regionale al welfare, Salvatore Negro. Si è spento, questa mattina, dopo una lunga malattia.



Dopo una lunga malattia si è spento Salvatore Negro, per tutti Totò. Architetto e professionista scrupoloso aveva dato alla politica salentina la fetta più importante della sua vita, prima come amministratore della sua Muro Leccese poi come consigliere provinciale e quindi come consigliere e assessore regionale. Proprio quest’ultimo era l’incarico che ricopriva all’interno della Giunta Emiliano, con la delega al Welfare, quel settore così delicato che, in uno dei momenti sociali più gravi del nostro territorio, aveva affrontato con impegno e umanità, spesso risolvendo le questioni in maniera personale e silenziosa.

Aveva sposato le cause della politica centrista nel Salento, diventando il riferimento dell’Udc. Una brutta malattia lo aveva colpito da poco più di un anno ma questo non gli aveva impedito di affrontarla e continuare la sua attività di amministratore regionale, essendo presente in quasi tutti gli appuntamenti in cui veniva chiamato. Con Totò Negro il Salento perde un politico di razza, sempre capace di affrontare le spinose questioni dell’attualità con quello spirito di mediazione che dovrebbe appartenere a tutti quelli che fanno politica, provando ad essere concavo dinanzi alle altrui richieste senza mai perdere la forza dei propri valori e del proprio credo.

La notizia è arrivata nell’aula del consiglio regionale pochi minuti prima dell’inizio della seduta. Il 64enne si è spento, questa mattina, all’Ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove era ricoverato da alcune settimane a causa di un cancro al polmone. Le sue condizioni si erano aggravate in questi ultimi giorni.

 I messaggi della politica

«Con Salvatore Negro ho perso un amico sincero,  un amministratore competente, un amante del territorio, una persona che ascoltavo e sentivo spesso, anche negli ultimi giorni, e che sino a che ha avuto la forza in questi giorni ha presenziato agli appuntamenti istituzionali, è intervenuto nei convegni sull’assessorato di sua competenza, non ha lasciato niente di intentato. Il dolore è grande – ha commenta il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone –  impossibile da spiegare».

«Oggi la politica pugliese perde un uomo umile, concreto, disponibile, rispettoso. Con la preghiera siamo al fianco di Totò Negro nel suo ultimo viaggio ed ai suoi cari –  afferma il Consigliere Regionale di Salvini Premier-SudInTesta, Andrea Caroppo – Totò Negro è stato per me e sarà sempre un amico, un esempio di umiltà, di concretezza, di una disponibilità mai maliziosa né sbandierata, di rispetto anche per gli avversari: oggi la politica pugliese perde uno dei suoi amministratori migliori».

Anche l’assessore all’ambiente del Comune di Lecce Carlo Mignone, il vicepresidente del consiglio comunale Marco Nuzzaci e il Consigliere comunale Udc Lecce Roberta De Donno si stringono intorno al dolore che ha colpito la famiglia del politico di Muro: «Ci sono accadimenti nella vita cui non è possibile dare delle risposte. La scomparsa prematura di Salvatore Negro, per tutti “Totò”, è uno di questi. Politico apprezzato e stimato da tutti, colleghi di partito e competitors, Totò lascia nella comunità salentina un vuoto prima umano che politico. Persona corretta, leale, sempre pronta a battersi per le cause giuste. Un pezzo della storia del nostro territorio: ti ricorderemo così»

Parole dolorose anche quelle di Ernesto Abaterusso: «A nome del gruppo consiliare Art.1-Mdp esprimo profondo cordoglio: la notizia ci rattrista molto e che lascia in tutti noi un profondo dolore. Con lui la Puglia perde oggi un assessore valido, un uomo di spiccata intelligenza, una figura di politico e amministratore appassionato che ha sempre messo al servizio del territorio e dei cittadini il suo impegno e le sue competenze».

«Un politico equilibrato, sobrio, capace di equilibrio pur nella distanza delle posizioni politiche. Un uomo che amava il Salento e che, da sindaco, ha lavorato con grande dedizione per la rigenerazione e la valorizzazione di Muro leccese. Con Totò Negro la Puglia perde un amministratore attento e sensibile. Alla famiglia il mio cordoglio» sono le parole del Vice Minisitro Teresa Bellanova.

Cordoglio anche da parte del Comune di Trepuzzi, il sindaco, il presidente del Consiglio comunale, l’amministrazione Comunale e i Consiglieri tutti. «Voglio rivolgere un pensiero di cordoglio alla famiglia di Totò Negro, persona dalle spiccate qualità umane e professionali. Ha sempre saputo, in tutti i momenti della sua vita, anche in quelli più difficili, distinguersi per la sua grandissima dignità di uomo prima che di politico» ha commentato il sindaco, Giuseppe Maria Taurino.

«Ricorderò sempre il suo impegno per il nostro territorio a tutti i livelli, in particolare nella massima assise regionale, dove ho avuto l’onore di averlo affianco e lavorare con lui nella V Commissione. Il suo garbo, la sua disponibilità e la sua competenza mancherà a tutti noi. Porteremo con noi il suo esempio, la sua abnegazione, la sua dignità nella malattia e il suo impegno politico sempre mirato al bene comune» ha dichiarato Luigi Mazzei – Coordinatore Provinciale Puglia Popolare

«Salvatore Negro è stato un instancabile esempio di politica al servizio degli altri, lo ricorderò come amico e collega, politico cordiale, gentiluomo, espressione della politica buona, quella politica di cui ha bisogno la gente.  Sono onorata di averlo conosciuto e di essermi confrontata con lui sui temi che spesso sfuggono a una parte della politica: pari opportunità, famiglia e welfare» ha commentato la consigliera di parità Filomena D’Antini.

«Con la scomparsa di Salvatore Negro –  ha commentato Antonio Nicolì, segretario generale Cisl Lecce –  se ne va un politico acuto e sempre attento, un rappresentante leale delle istituzioni democratiche, un amministratore che ha investito impegno e competenza in favore del suo territorio e che è sempre stato vicino ai più deboli».

Anche l’Associazione “Pronto Soccorso dei Poveri” piange per la perdita di Totò Negro sempre in prima linea per aiutare le famiglie in difficoltà anche contribuendo personalmente a pagare le bollette. Per questo, il Consiglio Direttivo dell’associazione deliberà per cambiare il suo nome: d’ora in poi – scrive Tommaso Prima – l’Associazione si chiamerà “Pronto Soccorso dei Poveri – Salvatore Negro”.

Ultima modifica: 15 novembre 2017 9:53

In questo articolo