“No al provincialismo, sì ad un sistema della cultura”. Comune e Conservatorio firmano l’intesa

Stamattina, Comune di Lecce e Conservatorio di Musica "Tito Schipa" hanno firmato un protocollo d'intesa. "Basta provincialismo, serve fare squadra per un sistema culturale coordinato".

Il tempo è quello giusto per abbandonare i provincialismi, abbracciando, al contempo, la logica del “fare squadra”. L’idea di una visione sistemica deve comprendere anche la cultura, affinché diventi per Lecce la casa delle iniziative di valore in ambito artistico e musicale. Buoni propositi a quali si aggiunge un protocollo d’intesa siglato tra Comune di Lecce e Conservatorio di Musica “Tito Schipa”. Firma avvenuta stamattina, a Palazzo Carafa, tra il sindaco Carlo Salvemini ed il presidente del Conservatorio, Biagio Marzo.

“Valorizzare le ricchezze culturali della città”

“Abbiamo voluto, con questo protocollo, suggellare una nuova collaborazione”, ha riferito il primo cittadino leccese, aprendo la conferenza stampa tenutasi in sala Giunta. “Da tempo l’Amministrazione sta mettendo in pratica rapporti di governance strategica con le istituzioni culturali e scientifiche della città di Lecce, vale a dire Università del Salento, Conservatorio e Accademia di Belle Arti. Occorre valorizzare le ricchezze diffuse in città e l’accordo ufficializzato oggi, nato proprio da una proposta di sistema culturale, intende garantire presenze qualificate in luoghi e contesti diversi.  Il protocollo d’intesa tra Comune e Conservatorio, che viene quindi a colmare un vuoto e definisce gli impegni reciproci di un’attività da costruire negli anni”.

Gli fa eco Antonella Agnoli, Assessore Comunale alla Cultura: “Questo accordo con il Conservatorio ci permette di costruire un progetto culturale e musicale rivolto a tutti i cittadini. Perché possiamo veramente parlare di una città della cultura quando tutti i suoi cittadini – e non una élite – vengono coinvolti. Questo tavolo di lavoro che avviamo insieme ha l’obiettivo di portare musica in giro per la città, anche e soprattutto lì dove esiste una maggiore distanza dei luoghi culturali, che sono quasi tutti concentrati nel centro storico di Lecce”.

protocollo-comune-conservatorio
La firma del protocollo d’intesa avvenuta in sala Giunta

Il protocollo

Comune di Lecce e Conservatorio intendono – attraverso tale protocollo d’intesa, della durata di tre anni – porre in essere fra loro ogni forma di opportuna compartecipazione nella programmazione e realizzazione di iniziative cultural musicali in città, allo scopo di ottimizzare i rapporti sinergici già esistenti e quelli da creare e sviluppare. Ciò nell’ottica di una migliore fruibilità delle risorse del patrimonio culturale e di quello umano.

Da un lato, dunque, supporto tecnico nelle fasi organizzative attraverso un coordinamento degli uffici e degli adempimenti di rispettiva competenza; dall’altro, la ricerca delle risorse necessarie alla realizzazione delle singole iniziative, a valere su varie fonti finanziarie quali, ad esempio, i fondi comunitari 2014-2020.

“No al provincialismo, serve fare squadra”

“C’è stata grande sensibilità da parte dell’Amministrazione, bisogna fare squadra e dare vita ad sistema culturale, specie in Puglia”, ha detto invece il Presidente Biagio Marzo. “No al provincialismo, sì ad un coordinamento per la cultura, che a Lecce deve diventare un primato, il volano. Il percorso culturale che intendiamo tracciare insieme va dal centro storico ai quartieri, valorizzando i beni paesaggistici e culturali e la narrazione dei Genius Loci della città. Il tutto accompagnato da una filiera di concerti che percorrono vari generi musicali, dal gregoriano al jazz, passando per il barocco e il contemporaneoQuesta città potrebbe diventare un modello, un paradigma per tutta l’Italia, a cominciare dalla sua cultura, nazionale e internazionale. Di fatti, abbiamo qui la realtà del Barocco. Il più grande musicista barocco era Giovanni Paisiello, ed è giusto continuare su tale filone”.

Presente anche il Direttore del Conservatorio, Maestro Giuseppe Spedicati, che ha illustrato nei dettagli i contenuti della “Stagione Concertistica 2017/2018 – I concerti del conservatorio“, iniziata Sabato 16 dicembre 2017, ma in programma fino al 21 Giugno 2018 con la “Festa Europea della Musica” presso il Chiostro dei Teatini di Lecce. “i cui protagonisti – specifica il Maestro Spedicati – saranno docenti e i migliori studenti dell’Istituzione che ho l’onore di dirigere. Tutte le altre attività saranno via via concordate e interesseranno le marine leccesi e tutti i quartieri della città”.

Ad inaugurare questo sodalizio, il concerto di Michele Bianco & Lecce Accordion Projecti, giovani vincitori del Premio delle Arti 2017, indetto dal Miur e rivolto ai Conservatori e alle Accademie di Belle Arti. Il concerto si terrà giovedì 11 gennaio alle ore 19,30 nella Sala Dante dell’Istituto Galilei Costa. Tutti gli appuntamenti della stagione concertistica saranno a ingresso gratuito.

Ultima modifica: 9 gennaio 2018 14:03

In questo articolo