Nasce a Lecce un ambulatorio solidale, cure e prestazioni gratuite per le famiglie povere

Nasce a Lecce un ambulatorio solidale per aiutare le famiglie più fragili che rinunciano a curarsi perché non possono permetterselo. Tanti i medici che hanno già aderito al progetto.



È molto di più che un semplice disegno a cui manca un passo per diventare realtà: è un’opportunità da consegnare nelle mani di chi ha bisogno. Nascerà in via Adriatica a Lecce l’ambulatorio solidale, un progetto concreto a sostegno della povertà e del disagio socio-economico che sta collezionando l’adesione di molti medici, pronti a fornire gratuitamente cure e prestazioni.

La notizia è stata annunciata nel corso del concerto di beneficenza della Onlus “Forlife” con protagonista Cheryl Porter che si è tenuto nella splendida cornice del teatro Apollo. La struttura sarà un punto di riferimento per l’assistenza sanitaria. E sarà un luogo aperto soprattutto ai bambini che vivono in situazioni svantaggiate.

Il servizio socio-sanitario gratuito aiuterà le famiglie più fragili che rinunciano a curarsi perché non possono permetterselo. E sono tante come dimostrano i numeri: 12 milioni di italiani come ha stabilito il 7° Rapporto di Censis e Rbm Assicurazione Salute, intitolato “La sanità italiana al tempo dell’universalismo selettivo”.

In via Adriatica, associazioni di volontariato e medici si prenderanno cura dei meno fortunati per quanto riguarda la salute. A supporto di questo progetto scendono in campo IL CIF – Centro Italiano Femminile – che ha offerto la sede per la realizzazione dell’ambulatorio, il distretto Asl Lecce, l’associazione “Un’altra sanità” che metterà a disposizione la competenza dei suoi medici sia in servizio che in pensione, per la realizzazione di una buona carta dei servizi e Antes Servizi Lecce che cofinanzia il progetto.

Tutti gli accordi saranno oggetto di un protocollo tra le parti che sarà presentato in conferenza stampa.

Ultima modifica: 17 gennaio 2018 15:14

In questo articolo