110 anni di amore puro: l’Us Lecce festeggia colorando di giallorosso la città. Ecco tutte le iniziative

Giornate giallorosse quelle del 15, 16 e 17 marzo: il Lecce calcio festeggia i suoi primi 110 anni e per farlo ha pensato a una serie di iniziative. La presentazione nel pomeriggio di oggi a Palazzo Carafa.




Tra poche ore saranno 110: 110 anni di passione, di passione e di amore puro. Il calcio a Lecce sta per festeggiare i suoi primi centodieci anni di vita e la ricorrenza non poteva che essere celebrata. In un modo sobrio, certo, perché il momento è tra i più delicati in campionato (con i salentini primi in classifica a +7 dalle inseguitrici), ma come avviene in ogni famiglia che si rispetti, non si potevano ignorare le tante candeline.

Da un’idea di Pierandrea Casto (promotore del progetto), allora, dirigenza e Amministrazione Comunale hanno deciso di dare il via a una tre-giorni di iniziative ed eventi, con il comun denominatore del giallorosso, pronto a impadronirsi della città.

Già a fine febbraio, infatti, la società aveva lanciato il suo invito a tutti gli esercizi commerciali della città di addobbarsi per l’occasione, e questo pomeriggio – presso l’Open Space di Palazzo Carafa – è stato svelato il calendario delle iniziative. Chiari gli obiettivi: far rivivere la storia del calcio a Lecce, avvicinare i più giovani alla squadra, rivitalizzare l’interesse di tutto il Salento e, naturalmente, creare emozioni.

La piazza cambia volto

Per farlo Comune e società hanno scelto la centralissima Piazza Sant’Oronzo che, nei giorni del 15, 16 e 17 marzo cambierà volto: l’illuminazione pubblica si tingerà con i colori sociali, proiezioni sui palazzi di video e foto dei momenti più intensi di questi 110 anni di storia, ma anche musiche, con il classico appuntamento di mezzogiorno che per tre giorni non vedrà protagonista le opere di Tito Schipa, ma l’inno della squadra.

Pierandrea Casto

“Sentiamo molto vicina l’amministrazione, non solo nelle iniziative istituzionali, ma anche come tifosi – ha esordito il Presidente del club Saverio Sticchi Damiani. Restituire la squadra al territorio era la mission, così come quella di chiedere una mano al Salento in un percorso che è veramente difficile. Questa ricorrenza rappresenta un altro importante momento per far conoscere la nostra storia, una storia gloriosa, senza fallimenti e con continuità. Non è una cosa da tutti. È grazie alle precedenti gestioni se oggi possiamo festeggiare ancora il nostro compleanno”.

Alessandro Delli Noci

Un emozionato vice sindaco Alessandro Delli Noci spiega: “era importante non chiudere questa festa, perché la squadra rappresenta una realtà importante per tutto il territorio. La nostra Amministrazione ha iniziato un percorso diverso con l’US Lecce: abbiamo già lanciato un segnale con l’intitolazione delle due Curve dello stadio a Lorusso e Pezzella. Adesso abbiamo pensato a colorare la piazza di giallorosso, ma la vera festa vogliamo farla a maggio. Ringrazio la società per gli sforzi quotidiani: la tifoseria soffre da tanti anni. Questa volta – con tanto di scongiuri – sembra la volta buona. Intanto aver salvato il club dal fallimento è un grande merito della compagine societaria”.

All’Open Space i trofei e i filmati d’epoca

Non solo colori e musica, però. La storia si rivive anche attraverso le foto, i video, i trofei e le commemorazioni.

“L’Unione Sportiva Lecce è nata nel 1927 – chiosa Casto –  ma l’amore vero è sbocciato già nel 1908 con lo Sportin Club: da quel 15 marzo noi leccesi viviamo di calcio. Ecco perché giovedì alle 18.30 apporremo una targa ricordo sul Palazzo di Viale Lo Re proprio dove venne fondato lo Sporting. Si tratta di una targa realizzata da Luigi Sales che servirà per mantenere viva la fiamma del ricordo di quel momento storico”.

All’interno dell’Open Space, ancora, verranno proiettati filmati della storia dell’Us Lecce, con foto, spezzoni di partite celebri, e videomessaggi di auguri recapitati da alcuni personaggi (calciatori, allenatori, dirigenti e tifosi) che hanno segnato gli ultimi decenni del calcio leccese. A far da cornice saranno tutti i trofei e le coppe vinte negli anni dai giallorossi.

Paolo Foresio con Sticchi Damiani

“Pierandrea Casto ha avuto l’idea – afferma l’Assessore al Turismo Paolo Foresio – e per realizzarla ci ha messo davvero tanta passione. L’US Lecce negli ultimi anni ha rappresentato uno straordinario veicolo di promozione turistica del territorio e riportare la squadra sui palcoscenici che merita è fondamentale per tutti”.

Spazio e premi anche per gli esercizi commerciali: la dirigenza, infatti, ha pensato di regalare quattro abbonamenti per la prossima stagione al miglior pub e al miglior negozio che in questi giorni si ‘vestirà’ di giallorosso.

La festa sarà anche all’intero del Centro Commerciale Mongolfiera dove per i prossimi giorni verrà allestito uno spazio dove giocare e farsi immortalare con la “LoveCam” all’interno della stampa commemorativa dell’evento.

Ultima modifica: 14 marzo 2018 18:57

In questo articolo