Pedala, pedala! Mauro Meluso festeggia la promozione in B in sella alla sua bici, ma col telefono sempre acceso

Meluso, come aveva promesso mesi fa, ha mantenuto fede alla sua parola e così nell’ultimo fine settimana è salito in sella, ha messo i piedi sui pedali e ha percorso i 115 chilometri che separano Teramo al Santuario di Loreto.



Ogni promessa è debito, ogni promozione è un pegno. Possiamo sintetizzarlo così il “fioretto” scelto dal Direttore Sportivo dell’Us Lecce Mauro Meluso che ha scelto di festeggiare il ritorno in Serie B dei giallorossi in sella alla sua bicicletta, per un pellegrinaggio di ringraziamento alla Madonna di Loreto.

Meluso, come aveva promesso mesi fa, ha mantenuto fede alla sua parola e così nell’ultimo fine settimana è salito in sella, ha messo i piedi sui pedali e ha percorso i 115 chilometri che separano Teramo al Santuario di Loreto. “Nonostante le malandate ginocchia – scrive la società sulla pagina Facebook del club – costretto ad innumerevoli soste per recuperare le forze, e un evidente deficit di allenamento, il DS è riuscito a tagliare il traguardo e a portare a termine la missione!”.

La missione, per così dire, l’aveva già portata a compimento lo scorso 29 maggio quando, con il gol di Armellino contro la Paganese, lui e tutto il suo staff, ha riportato in cadetteria il Lecce, dopo 6 anni di tribolazione in C.

Una domenica decisamente alternativa per lui che però non ha perso di vista il suo vero obiettivo di questa calda stagione: allestire una rosa degna della Serie B, da consegnare quanto prima a mister Liverani.

Mauro Meluso in sella alla sua bici

E così, nonostante la lunga pedalata, il telefono del Diesse è rimasto acceso, pronto a ricevere ogni possibile chiamata: del resto ci sono risposte che lo stesso Meluso attende con trepidazione. C’è la pista trequartista, oramai divisa da due sentieri: da una parte c’è il fantasioso Falletti, di proprietà del Bologna, pronto a riabbracciare Fabio Liverani dopo i fasti della Ternana, ma che potrebbe essere dapprima valutato dal neo tecnico dei felsinei Inzaghi in sede di ritiro; dall’altra parte c’è Lucas Chiaretti che proprio ieri sera ha terminato la sua stagione con la maglia del Cittadella, fermandosi proprio sul più bello a Frosinone, nella gara di ritorno dei playoff di B. Ora, a bocce ferme, potrebbe partire l’assalto decisivo.

Ma c’è anche il reparto offensivo: Montalto, bomber da 20 gol ma retrocesso con la Ternana, è in cima alla lista dei desideri, ma restano in piedi le piste che conducono a Coda e Iemmello. Quasi fatta, invece, per il giovane Martiniello della Cavese, pronto al salto nel calcio che conta con la maglia giallorossa. Chiricò, poi, andrà in ritiro con la truppa di Liverani.

Per la difesa, invece, si lavora sotto traccia: si seguono 4-5 elementi di spessore per la categoria: una volta ingaggiate le pedine mancanti, si penserà a sfoltire la rosa.

Ultima modifica: 11 giugno 2018 16:56

In questo articolo


Partecipa alla conversazione

Partecipa alla conversazione