Lecce, domani si va a Matera. Liguori: ‘il buonsenso ci impone di pensare ai playoff. La B non è così lontana’

A quattro giornate dal termine della regular season, il Lecce domani renderà visita al Matera. La società però interrompe il silenzio stampa: ai microfoni di LecceNews24 parla il vicepresidente Corrado Liguori. 'Abbiamo fatto un grande campionato'.



Vigilia di campionato per il Lecce che domani renderà visita al Matera per il 35^ turno di campionato nel girone C di Lega Pro. Una gara che non segnerà per i giallorossi un passo determinante per la promozione diretta in Serie B in virtù della distanza siderale che li separa dal Foggia.
 
Non è bastato un campionato da grandi numeri per il Lecce che, in altre annate, avrebbe probabilmente festeggiato la vittoria da primo in classifica. Quest’anno a rovinare la festa – al momento – ci ha pensato un super Foggia, capace di mettere su un percorso straordinario.
 
Il clima però in Salento non è dei migliori, soprattutto dopo la sconfitta rimediata sul campo dei Satanelli, capace di scatenare una pesante contestazione dei tifosi e un lungo silenzio stampa da parte della società di via Costadura. Un silenzio che però adesso viene smorzato: i dirigenti, infatti, hanno deciso di tornare a parlare e LecceNews24.it ha contattato il vicepresidente Corrado Liguori.
 
Dottor Liguori, un lungo silenzio che adesso viene messo da parte. Come mai?

“Il silenzio stampa, voglio ricordare subito, non è stata una chiusura totale. Noi abbiamo preso atto di un certo clima che si era venuto a creare dopo Foggia e abbiamo deciso di preservare calciatori e mister per consentire loro di concentrarsi esclusivamente sul campo: una linea, questa, che perdurerà ancora. Noi in un primo momento abbiamo deciso di evitare che una qualche parola potesse essere fraintesa per non alimentare eventuali tensioni. Dopo il 3-0 contro la squadra di Stroppa ci abbiamo messo tutti la faccia, dal presidente al tecnico, poi doveva essere il campo a parlare perché ci aspettavamo determinate risposte. Il Direttore Sportivo Mauro Meluso, comunque, ha sempre parlato, dopo ogni gara dell’aspetto tecnico”.
 
Dopo la gara contro la Juve Stabia lei aveva detto che il Lecce doveva provarci fino alla fine, perché in caso di eventuale passo falso del Foggia Lepore e compagni dovevano farsi trovare pronti…

“Sia chiaro, nessuno voleva illudere nessuno. Ma il discorso era legato puramente alla matematica che, ancora oggi,  ci dice che la B diretta sarebbe ancora possibile. Ma il buon senso dice il contrario. Devo essere sincero, non potevo mai immaginare questo cammino del Foggia condito da numeri pazzeschi. Dodici vittorie nelle ultime tredici partite, tra cui i due successi in trasferta consecutivi a distanza di pochi giorni. Onore e merito a loro, ma resta il fatto che noi stiamo facendo un campionato importante che testimonia la bontà del nostro progetto, sia tecnico che manageriale, di largo respiro”.
 
Dopo un cammino comunque importante, il Lecce è chiamato ad affrontare i playoff. Ma i tifosi guardano con sospetto gli spareggi…

“I playoff vengono guardati con sospetto perché negli ultimi cinque anni, per quattro volte siamo usciti scottati, perdendo due finali. Si tratta come diciamo sempre di un campionato a parte: proprio per questo credo che raggiungere il piazzamento di miglior secondo posto dei tre gironi darebbe un segnale importante per l’autostima e nei confronti degli avversari. L’avversario più temibile? Ogni girone ha un coefficiente di difficoltà specifico; ma è chiaro che arrivare secondi, o terzi o quarti significa qualcosa. Chi nel corso dell’anno ha mostrato determinate caratteristiche lo farà anche in quella sede”.
 
Domani si andrà a Matera…

“Saremo chiamati a fare una partita importante anche perché ci può consentire il raggiungimento matematico del secondo posto. Davanti ci troveremo una compagine importante che come noi e come il Foggia sta dicendo la sua in questo torneo. Si tratterà di una gara utile anche per ricevere indicazioni importanti in ottica playoff”.
 
Vicepresidente, come sta Mancosu?

“Il recupero di Marco procede bene, ma per ora non abbiamo intenzione di rischiarlo per nulla. Non c’è fretta per vederlo in campo a tutti i costi subito: l’obiettivo è quello di fargli giocare un paio di partite prima degli spareggi, quelle cioè in programma a Pagani e l’ultima in casa contro la Fidelis Andria”.
 
Buona Pasqua dottor Liguori!

“Buona Pasqua a voi, ai vostri lettori e a tutti i nostri tifosi”.
 

Intanto, il tecnico Pasquale Padalino ha convocato 24 giocatori per la gara di Matera. Ci sono praticamente tutti, anche se Torromino e Drudi hanno accusato un lieve risentimento muscolare. 

Ultima modifica: 2 agosto 2017 11:20

In questo articolo