Lecce-Trapani 2-1. Apre la prodezza di Torromino, Di Piazza raddoppia e si fa espellere. Tanta sofferenza ma alla fine si vince

L'attaccante ex Foggia prima segna e poi perde la testa e si fa cacciare. Giallorossi in dieci per quasi tutta la ripresa, ma riescono a tenere e portano a casa il risultato. Espulso anche in presidente Sticchi Damiani. Prima vittoria in campionato per Rizzo.


Dopo il bruttissimo passo falso della scorsa settimana contro la Virtus Francavilla, dove, gli uomini di mister Robertino Rizzo, a meno – molto meno – di una manciata di secondi dal fischio finale, hanno mandato all'aria una vittoria contro una compagine molto meno attrezzata, perdendo i primi due punti del campionato, questa sera, capitan Lepore e compagni, erano chiamati a un immediato riscatto nell'esordio stagionale tra le mura amiche dello stadio "Via del Mare" dove erano stati opposti a una diretta concorrente per la promozione al torneo cadetto, quel Trapani che evoca bruttissimi ricordi e che nella prima di campionato ha ottenuto un successo.

La sfida con la formazione siciliana fa ritornare alla mente la stagione 2012/2013, quando, la formazione salentina, dopo aver dominato per grandissima parte del campionato, alla fine, fu in grado di dilapidare un ingente vantaggio in termini di punti, lasciando, anzi, regalando, il dato di categoria agli amaranto e sprecando la seconda occasione concessa perdendo, altresì, la finale dei Play Off con il Carpi.

LA FORMAZIONE. In occasione della partita di questa sera il tecnico di San Cesario stupisce tutti; costretto a fare a meno ancora di Costa Ferreira e Pacilli decide di affidarsi ad Arrigoni per sostituire il centrocampista ma, a sorpresa, al posto del capitano, finito in panchina, schiera Di Piazza sostituito sulla sinistra da Torromino, in difesa a fare coppia con il capitano di giornata, Ciccio Cosenza c'è Drudi e non Marino neanche presente nella distinta a causa di un problema alla spalla. Il Lecce si schiera, quindi, con il 4-3-3 con: Perucchini tra i pali; difesa composta da Ciancio, Cosenza, Drudi e Di Matteo; Armellino, Arrigoni e Mancosu in mediana; Di Piazza, Caturano e Torromino a comporre il tridente d'attacco.

PRIMO TEMPO. Il Lecce parte benino e già al terzo di gioco tira all'indirizzo della porta siciliana con un colpo di testa di Cosenza che incorna su angolo di Torromino. Il Lecce piano piano inizia a macinare gioco, ma è il Trapani ad andare vicino al gol al 15mo con un tiro a botta sicura respinto da Cosenza con Perucchini che sembrava già battuto. Al 17mo nuova occasione per i siciliani con Ferretti che solo davanti a Perucchini scocca un tiro su cui il portiere scuola Milan compie un miracolo respingendo. Un giro di lancette dopo prova Marras il tiro da buona posizione, ma Cosenza lo anticipa in scivolata. Scampato il pericolo i giallorossi riprendono a giocare, creando un po' di scompiglio in area avversaria, soprattutto con Di Piazza. Al 33mo da buona posizione Di Piazza spara altissimo. Al 39mo la botta di collo pieno di Torromino viene respinta da un difensore avversario. Al 41mo grande spunto di Di Matteo che, dopo una serpentina in area di rigore, crossa all'indirizzo di Caturano che per un soffio non riesce a deviare in porta di testa. Al primo minuto di recupero, però, arriva il vantaggio dei giallorossi. Di Matteo recupera un pallone vagante che passa a Torromino, l'attaccante calabrese si accentra e dal limite dell'area scocca un tiro a giro angolatissimo su cui Furlan non può nulla.

Un primo tempo bello, dai ritmi elevati con entrambe le formazioni che si sono affrontante con continui capovolgimenti di fronte quello a cui si è assistito. I giallorossi rientrano negli spogliatoi in vantaggio, ma non si possono non notare alcune disattenzioni difensive che sarebbero potute costare care.

(leggi le pagelle di leccenews24.it)

SECONDO TEMPO. La ripresa si apre con gli stessi ventidue della prima frazione. Trascorrono meno di tre minuti e i giallorossi raddoppiano. Arrigoni prende palla a centrocampo e lancia Di Piazza, l'attaccante ex Foggia supera il diretto marcatore e si presenta solo davanti a Furlan che nulla può contro il rasoterra della punta. Al sesto di gioco tegola in casa giallorossa. L'autore del gol, Di Piazza, scalcia senza alcun motivo Marras a terra sotto gli occhi dell'arbitro che gli mostra il rosso diretto. Al settimo di gioco altro episodio ai danni dei giallorossi. Di Matteo respinge con una mano all'interno dell'area di rigore il cross di un avversario e il direttore di gara decreta il penalty. Sul dischetto si presenta Murano che spiazza Perucchini e insacca.

Dopo l'espulsione e il gol la squadra di Calori prende coraggio e si riversa a testa bassa nella metà campo giallorossa, la retroguardia, però, riesce a tenere botta. Al 17mo il tiro di Ferretti a due passi da Perucchini colpisce l'esterno della rete. Al 20mo Trapani a un soffio dal pareggio con il tiro di Ferretti, solo davanti a Perucchini, che finisce di poco a lato. È un vero e proprio assedio quello a cui la formazione siciliana sottopone i salentini, al 25mo il tiro dal limite di Marras termina di poco alto. Al 32mo arriva il primo cambio per i giallorossi con Lepore che subentra a Torromino. Al 38mo il colpo di testa di Reginaldo viene abbrancato in presa da Perucchini. Nel tempo rimanente, compresi i sei minuti di extra time il Trapani non riesce a sfondare il muro dei salentini che riescono a conquistare la prima vittoria in campionato dell'era Rizzo.

LA PROSSIMA, CATANIA – LECCE. Poteva costare cara, carissima la bravata di Di Piazza ma, fortunatamente, il grandissimo cuore dei compagni ha fatto sì che si conquistassero i tre punti. A ogni modo, nonostante la vittoria, c'è ancora qualcosa da rivedere, in difesa, ma anche dal punto di vista caratteriale e della tenuta di nervi. Sabato prossimo nuovo impegno in trasferta con una squadra siciliana, i giallorossi, infatti, giocheranno contro il Catania.
 
 I TABELLINI
 
U.S. Lecce: 22 Perucchini, 3 Di Matteo, 4 Mancosu (45+4 Costa Ferreira), 5 Cosenza (CAP.), 6 Arrigoni, 7 Torromino (32 St Lepore), 9 Di Piazza, 16 Drudi, 18 Caturano, 23 Ciancio, 29 Armellino
A disp.: 1 Chironi, 12 Vicino, 2 Riccardi, 8 Costa Ferreira, 10 Lepore, 11 Pacilli, 13 Valeri, 17 Lezzi, 21 Tsonev, 25 Gambardella
All.: Rizzo
 
Trapani Calcio: 27 Furlan, 5 Taugourdeau, 6 Legittimo, 7 Ferretti (35 St Reginaldo), 11 Murano, 13 Fazio (CAP.), 14 Silvestri, 18 Girasole (23 St Evacuo), 19 Maracchi, 23 Visconti 35 St Rizzo), 26 Marras (45 + 4 Minelli)
A disp.: 1 Pacini, 3 Rizzo, 4 Pagliarulo, 8 Bastoni, 9 Evacuo, 10 Reginaldo, 12 Ferrara, 15 Dambros, 16 Steffè, 17 Canino, 20 Palumbo, 21 Minelli
All.: Calori
 
Arbitro: Robilotta di Sala Consilina
Assistenti: Mansi-Parrella
 
Marcatori: 45+1 pt Torromino (L) 3 st Di Piazza (L) 10 St Murano (r) (T)
 
Note: prima dell'inizio della gara si è osservato un minuto di silenzio in memoria del dott. Luigi Cappello ex medico sociale del Lecce, i giallorossi hanno giocato con il lutto al braccio, ammoniti 5 pt Ferretti (T) 8 St Caturano (L) 45 St Drudi (L) 45 St silvestri (T) 45+2 St Rizzo (t) espulsi 6 St Di Piazza (L) 14 St Vino (team manager Lecce) 45+1 St Sticchi Damiani (presidente Lecce) spettatori 8.929 incasso 59.049,79 euro recupero 2 pt 6 St angoli 8-5 per il Lecce.

Ultima modifica: 15 settembre 2017 17:33

In questo articolo