Nardò coraggioso e resistente: pareggio a reti bianche sul difficile campo del Cerignola

Un Nardò roccioso e compatto pareggia fuori casa contro il Cerignola. Partita equilibrata e giocata con grande intensità agonistica. Un punto che dà fiducia in vista della prossima sfida, al 'Giovanni Paolo II', contro l'Alto Tavoliere San Severo di mister Vadacca.



Dopo lo sfortunato esordio interno con la Sarnese, un Nardò coraggioso e ricompattato pareggia sul difficile campo del più quotato Cerignola e incassa il primo punto stagionale. Per la squadra foggiana si tratta della prima partita in campionato dopo il rinvio a data da destinarsi della gara con la Sporting Fulgor. La squalifica di Versienti e la scarsa vena dimostrata domenica scorsa da alcuni calciatori, costringe mister Taurino ad apportare alcune modifiche nell'assetto tattico. Il tecnico leccese conferma il 3-5-2 con la linea difensiva composta da Cassano, Schiavino e Caporale a protezione di Mirarco. Sulla linea mediana opera Bertacchi affiancato da Prinari e Capristo mentre sulle fasce agiscono capitan Alessio Palmisano e De Pascalis. In attacco il giovane Gaetano Palmisano fa coppia con il bomber Balistreri.

Partita equilibrata nelle prime fasi di gioco ma con il passare dei minuti il Nardò, ben messo in campo e per nulla intimorito dallo spessore tecnico dell’avversario, prende in mano le redini della gara. I primi tentativi per sbloccare il risultato sono di marca granata, ci provano prima Palmisano e poi Bertacchi ma l’estremo difensore foggiano fa buona guardia. Al 14' clamoroso errore della terna arbitrale che nega il vantaggio al Toro: Prinari si libera di tre avversari e supera il portiere con un pallonetto, la sfera tocca il palo e oltrepassa apparentemente la linea di porta, il primo assistente fa segno che si può continuare. Al 33' ancora pericoloso il Nardò con Balistreri che in contropiede calcia a rete ma Ngom salva a portiere battuto. La prima frazione di gara vede i granata molto aggressivi e un Cerignola in affanno.

Il Nardò comincia il secondo tempo con la stessa intensità agonistica e concentrazione. Al 57’ gli uomini di Taurino sfiorano ancora una volta il vantaggio: sugli sviluppi di un calcio d’angolo svetta di testa Schiavino, Abagnale respinge d’istinto sulla linea di porta. Il Nardò prova a tenere palla e rallentare i ritmi. Al 70' pericolo in area granata, Palmisano si immola su un velenoso tiro di Gambino e il pallone termina in angolo.  

Il Toro controlla il gioco, rischia pochissimo fino al fischio finale e porta a casa un punto prezioso che comunque va stretto agli uomini di mister Taurino che recriminano per il gol di Prinari non visto dal direttore di gara. Domenica prossima i granata ospiteranno al “Giovanni Paolo II” l’Alto Tavoliere San Severo allenato da Massimiliano Vadacca.
 
SERIE D – Girone H: risultati 2ª giornata

Audace Cerignola-Nardò 0-0
Aversa Normanna-Sporting Fulgor 1-1
Pomigliano-Az Picerno 1-1
Frattese-Manfredonia 3-0
Potenza-Cd Gragnano 2-0
San Severo-Francavilla in Sinni 1-1
Sarnese-Gravina 2-2
Team Altamura-Taranto 2-1
Turris-Cavese 0-0

Classifica

Potenza 6, Team Altamura 6, Az Picerno 4, Turris 4, Sarnese 4, Gravina 4, Frattese 4, Taranto 3, Francavilla in Sinni 2, Alto Tavoliere San Severo 1, Cavese 1, Nardò 1, Aversa Normanna 1, Pomigliano 1, Sporting Fulgor 1, Audace Cerignola 1, Cd Gragnano 0, Manfredonia 0

Note: Sporting Fulgor e Audace Cerignola una gara in meno.

Ultima modifica: 15 settembre 2017 18:00

In questo articolo