Addio a Pietro Santin, l’allenatore gentiluomo. In Salento fu alla guida di Lecce, Nardò e Tricase

Si è spento all'età di 84 anni Pietro Santin, un allenatore di calcio molto stimato e amato da appassionati e addetti ai lavori. Allenò anche nel Salento le squadre di Lecce (due volte), Nardò e Tricase.


pietro-santin

È stato per due volte allenatore del Lecce. Aveva 84 anni e, nel dettaglio, guidò i giallorossi in serie B durante le stagioni 78/79 e 86/87. Al di là della carriera, però, il mondo del calcio ricorda le doti umane di una bravissima persona, prima ancora che un tecnico sportivo. Si è spento Pietro Santin, un allenatore importante tra gli anni 70 e 80 che, peraltro, visse anche una prestigiosa esperienza sulla panchina del Napoli, in serie A.

L’arrivo a Lecce

Giunse in Salento nell’estate del 1978 al posto di Lamberto Giorgis. Quella stagione, i giallorossi furono tra i protagonisti del campionato di serie B, piazzatisi al sesto posto finale nel campionato 78/79. All’epoca, il miglior piazzamento nel torneo cadetto fino all’arrivo di Eugenio Fascetti nel 1983.

Più avanti, il presidente Franco Jurlano lo volle nuovamente a Lecce dopo la retrocessione del 1986, al termine del primo campionato del Lecce nella massima serie. La squadra, però, non ottenne i risultati sperati ed a dieci giornate dalla fine, Santin venne sostituito da “Carletto” Mazzone. Qui, il tecnico romano riuscì a raggiungere gli spareggi finali con Cremonese e Cesena, sebbene in A, al termine dei giochi, salirono i romagnoli.

Nella stagione 1998/1999 allenò anche il Tricase in serie C2. Un post è stato pubblicato anche sulla pagina facebook dell’Asd Atletico Tricase:

Il ricordo del Nardò Calcio

Anche l’A.C. Nardò, attraverso una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale, ricorda Pietro Santin:

“L’A.C. Nardò ricorda commossa la figura di Pietro Santin, l’allenatore gentiluomo, che ha chiuso la sua vita terrena all’età di 84 anni. Nella sua lunga e luminosa carriera ha guidato la squadra granata in serie D nella stagione 1996/1997, in cui riuscì ad ottenere il primato di punti conquistati sul campo, ma non sufficienti a far approdare la squadra in serie C2 dopo lo sfortunato pareggio dello Jacovone. Professionista serio, disponibile, sorridente, Pietro Santin conquistò il popolo granata con la sua pacatezza e gentilezza. Che la terra ti sia lieve Pietro, Nardò è stata onorata di averti conosciuto e ammirato”.

Ultima modifica: 29 dicembre 2017 18:47

In this article