Salta la conferenza con Rizzo e in casa Lecce scoppia il caso Meluso, ma il ds smentisce

La notizia del possibile addio del DS Mauro Meluso non è confermata, tanto che lui stesso smentisce ogni voce possibile. Intanto salta la conferenza prevista alle 15.30 con il tecnico Roberto Rizzo riconfermato sulla panchina giallorossa.



La conferenza stampa fissata per le 15.30 nella Sala Sergio Vantaggiato dello stadio di Via del Mare per ufficializzare la conferma sulla panchina del Lecce di mister Roberto Rizzo, ‘inspiegabilmente’ rimandata a data da destinarsi non ha fatto altro che gettare legna su un fuoco che si sta alimentando ora dopo ora. La voce, anzi lo scoop che circola nelle strade e nelle piazze è quella di un possibile addio del direttore sportivo Mauro Meluso, vicino – si dice – al Palermo retrocesso in B e concretamente interessato al Ds giallorosso per tornare nella massima serie nel più breve tempo possibile.

Nel giro di pochi minuti, però, arriva la smentita secca del ds giallorosso attraverso una nota stampa: "Con riferimento alle notizie di stampa pubblicate in data odierna, seppur lusingato da tali accostamenti, comunico il mio fermo intendimento di proseguire con l’US Lecce il mio emozionante viaggio, al fianco di una società seria ed ambiziosa, con la quale ho operato in totale sintonia e con la quale, già da diverse settimane, c’è la volontà di prolungare il mio rapporto professionale". "Con i miei dirigenti, collaboratori, il mister e uno splendido gruppo di calciatori abbiamo l’obbligo di provare a dare una grande gioia alla gente salentina”, ha poi concluso.
  
Una notizia che era arrivata come un fulmine a ciel sereno anche in via Colonnello Costadura, dove  la società stava cercando di costruire, mattone su mattone, la macchina sportiva per affrontare un’altra stagione in Lega Pro, la sesta consecutiva. Ci si rimbocca le maniche, mentre brucia ancora quel sogno infranto ai rigoli contro l’Alessandria con cui gli uomini di Rizzo hanno perso la possibilità di giocarsi la semifinale.
  
Che la notizia fosse soltanto una voce di mercato senza ufficialità alcuna – come tante ne girano in questo periodo, del resto – lo si era capito. Altro che trasferimento ai rosanero, dunque. Meluso resterà nel club del capoluogo barocco, almeno per la stagione 2017/2018, come da contratto.  

Ultima modifica: 2 agosto 2017 12:28

In questo articolo