Potenza-Nardò 0-0. I granata sfiorano l’impresa con la capolista, ma conquistano solo un punto

Un pareggio amaro per il Nardò di Mister Taurino che in casa della capolista Potenza ha sfiorato l'impresa. Domenica prossima, al “Giovanni Paolo II”, i granata saranno impegnati contro l’Aversa Normanna



Il Nardò sfiora l’impresa in casa della capolista Potenza e, al termine di novanta minuti giocati con molta intensità, conquista un punto d’oro a conferma degli ottimi segnali di crescita dimostrati nelle ultime partite.

Formazioni

Solito modulo per mister Taurino con Mirarco tra i pali, Scipioni, Cassano e Caporale sulla linea difensiva, Versienti e Mangione sugli esterni, Bertacchi in mediana con Bolognese e capitan Palmisano. In attacco confermato il giovane Cavaliere in coppia con il nigeriano Agodirin. In casa lucana, mister Ragno, privo degli squalificati Diop ed Esposito, affida le chiavi del centrocampo a Guadalupi a sostegno del tandem offensivo composto da Siclari e França.

Primo tempo

Inizio di partita con fraseggi da una parte all’altra del campo con il Nardò più aggressivo che tiene testa ai più quotati avversari. Al 13’ Agodirin scocca un tiro incredibile da 40 metri che beffa Breza ma il direttore di gara inspiegabilmente annulla il goal per una segnalazione dell’assistente di linea. Partita molto combattuta con i granata per nulla remissivi che concedono ai lucani solo qualche occasione su palla inattiva. Un Nardò tonico e agguerrito va negli spogliatoi sul pareggio a reti inviolate con il rammarico per il goal annullato.

Secondo tempo

A inizio ripresa il Potenza prova a impensierire la retroguardia granata prima con Guadalupi e poi con Pepe ma Mirarco è attento e respinge entrambi i tentativi. Al 52’ reagisce il Nardò con Palmisano ma la conclusione dalla distanza del capitano granata sfiora il palo alla destra di Breza. I rossoblu cercano di schiacciare il Toro nella propria area ma gli uomini di Taurino sfruttano abilmente le ripartenze. Al 71’ gran tiro su punizione di França dai 25 metri, Mirarco risponde da campione deviando il pallone in angolo. Il Nardò resiste agli affondi potentini manovrando egregiamente nella zona nevralgica del campo con un ritrovato Bertacchi sugli scudi. Al terzo minuto di recupero, dopo una mischia in area, Cassano salva il Nardò respingendo sulla linea una conclusione ravvicinata di Siclari, evitando così la beffa.

Domenica prossima al “Giovanni Paolo II” contro l’Aversa Normanna, il Nardò sarà chiamato a confermare l’ottimo momento e compiere quel salto di qualità atteso da tutto l’ambiente granata.

SERIE D – Girone H: risultati 15ª giornata

Altamura – Gravina (sospesa)

Aversa Normanna – Az Picerno 1-1

Audace Cerignola – Francavilla in Sinni 3-1

Cavese – Gragnano 3-0

Manfredonia – Taranto 2-2

Pomigliano – Frattese 3-2

Potenza-Nardò 0-0

Sarnese – Alto Tavoliere 0-0

Turris – Sporting Fulgor 2-1

Classifica

Cavese 37, Potenza 36, Altamura 34, Audace Cerignola 34, Taranto 26, Az Picerno 25, Gravina 24, Nardò 20, Pomigliano 19, Gragnano 15, Sarnese 15, Francavilla in Sinni 13, Frattese 13, Turris 13, Aversa Normanna 10, Sporting Fulgor 9, Manfredonia 9, Alto Tavoliere San Severo 8

Note: Turris 4 punti di penalizzazione.

Ultima modifica: 3 dicembre 2017 18:04

In questo articolo